#Covid19

Pensioni a domicilio agli anziani soli

15 Aprile Apr 2020 0953 15 aprile 2020

L’accordo siglato tra Poste italiane e Arma dei Carabinieri permette a circa 23mila over 75 di ricevere l’indennità pensionistica direttamente a casa facendone richiesta. Il servizio, rivolto a chi ritira la pensione in contanti allo sportello, va attivato chiamando un numero verde o direttamente la stazione dei carabinieri

  • ...
Accordo Poste Italiane Carabinieri Ritiro Della Pensione (1)
  • ...

L’accordo siglato tra Poste italiane e Arma dei Carabinieri permette a circa 23mila over 75 di ricevere l’indennità pensionistica direttamente a casa facendone richiesta. Il servizio, rivolto a chi ritira la pensione in contanti allo sportello, va attivato chiamando un numero verde o direttamente la stazione dei carabinieri

Sono 23mila circa i pensionati over 75 che potranno richiedere di ricevere gratuitamente la pensione a casa delegando al ritiro i carabinieri. È questo il risultato di una convenzione firmata da Poste Italiane e Arma dei Carabinieri che va incontro alle necessità di quegli anziani che di norma ritirano la propria pensione in contanti agli sportelli.

Il servizio è già attivo e la sua procedura è molto semplice e i carabinieri e le Poste assicureranno il servizio per l’intera durata dell’emergenza Covid-19. In pratica le persone dai 75 anni in su che vivono sole e che non abbiano già delegato altri al ritiro dell’indennità pensionistica devono fare espressa richiesta per attivare il servizio chiamando il numero verde verde 800 55 66 70 messo a disposizione da Poste Italiane o telefonare alla Stazione dei Carabinieri del proprio Comune di residenza o alla Stazione dell’Arma più vicina per lasciare i propri riferimenti.
Nei giorni successivi un carabiniere si recherà all’abitazione del pensionato che ha richiesto l’aiuto per farsi firmare la delega da presentare all’Ufficio Postale. Dopo aver provveduto a riscuotere la pensione all’Ufficio Postale sarà lo stesso carabiniere a consegnare personalmente il denaro al beneficiario.

In una nota di Poste italiane si ricorda che il servizio non potrà essere reso a coloro che abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione, abbiano un libretto o un conto postale o che vivano con familiari o comunque questi siano dimoranti nelle vicinanze della loro abitazione. Si ricorda inoltre che, a tutela dei pensionati, nessuno chiamerà per offrire il servizio di ritiro della pensione.

La collaborazione è frutto della consapevolezza di entrambi i sottoscrittori di ricoprire un ruolo strategico a sostegno del Paese e conferma la loro vocazione alla prossimità verso i territori e le categorie più fragili. Il risultato - conclude la nota - è scaturito dalla capacità dei Carabinieri e degli operatori di Poste Italiane di intercettare i fabbisogni della popolazione e riuscire, grazie alla presenza capillare sia dei Comandi Stazione Carabinieri sia degli Uffici Postali sull’intero territorio nazionale, a fornire un servizio efficace e solidale.

Contenuti correlati