Conte 21 aprile. Foto: governo.it - FIL8034 (1)
Disabilità

Il Premier agli studenti con disabilità: «voi più di tutti avete sofferto le difficoltà di questi mesi»

28 Maggio Mag 2020 1500 28 maggio 2020
  • ...

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto alla Radio dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti al termine di una trasmissione dedicata alla scuola e agli esami di maturità per gli studenti con disabilità. «In bocca a lupo a tutti i ragazzi e le ragazze che si apprestano a sostenere l’esame di maturità», ha dichiarato il Premier. «Ma in particolare agli studenti con disabilità perché voi più di tutti avete sofferto le difficoltà di questi mesi». L'audio dell'intervento

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto ieri sera alla Radio dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e in diretta ha formulato gli auguri più alle ragazze e ai ragazzi che si preparano a sostenere gli esami di maturità.

«Desiderio rivolgere il mio più affettuoso in bocca a lupo a tutti i ragazzi e le ragazze che si apprestano a sostenere l’esame di maturità», ha detto il Premier prima di rivolgersi direttamente agli studenti con disabilità: «Ma in particolare agli studenti con disabilità perché voi più di tutti avete sofferto le difficoltà di questi mesi»

«Vi state preparando a raggiungere un traguardo importante sono sicuro che affronterete questo appuntamento con impegno, con responsabilità. Immagino che in queste settimane siete stati costretti a innumerevoli sacrifici, rinunce. Vi siete privati dei momenti in classe con i vostri compagni, i vostri professori. La vostra determinazione, il vostro impegno devono essere per tutti noi di esempio per affrontare e superare insieme le sfide che questa emergenza ci ha posto».

A chiusura dell’intervento un pensiero rivolto anche al prossimo anno scolastico: «Vi assicuro che da parte del Governo continueremo a prestare la massima attenzione alle vostre esigenze anche in vista del nuovo anno scolastico. Davvero buona fortuna».

«Il breve indirizzo di saluto del Presidente», dice Mario Barbuto, presidente dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti,«è arrivato al termine di una trasmissione dedicata alla scuola e agli esami di maturità per gli studenti con disabilità, e ha suscitato grande emozione e vivo apprezzamento da parte di tutti gli interessati, per la spontaneità e la sorpresa di una presenza del tutto inaspettata».

Contenuti correlati