Lorenzo Zogheri
Nomine

Lorenzo Zogheri eletto nuovo presidente della Fondazione Caript

30 Maggio Mag 2020 1101 30 maggio 2020
  • ...

Già consigliere di amministrazione della Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia dal 2016, Lorenzo Zogheri entrerà ufficialmente in carica come presidente il 1° luglio. «Nell’era della globalizzazione e della rivoluzione digitale dove sembrano esserci solo spazi aperti e tutto sembra essere liquido e in continua trasformazione, l’unico spazio solido e tangibile è quello rappresentato dalla dimensione territoriale e comunitaria», ha sottolineato il neo eletto nel suo programma di mandato

Il Consiglio Generale della Fondazione Caript ha eletto Lorenzo Zogheri in qualità di nuovo Presidente dell’ente. Nato a Pistoia il 20 febbraio 1967, Zogheri si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Firenze nel 1991; successivamente ha svolto il Servizio Civile presso la Caritas Diocesana di Pistoia. Dal 1997 svolge la professione di notaio e dal 1999 è titolare di uno studio notarile, prima a San Marcello Pistoiese e poi a Pistoia.

Consigliere di amministrazione della Fondazione Caript dal 2016, Lorenzo Zogheri entrerà ufficialmente in carica il 1° luglio prossimo, subentrando al dott. Luca Iozzelli, alla guida dell’ente da maggio 2016.

Le finalità strategiche, le linee guida e gli obiettivi che il neoeletto Presidente della Fondazione intende perseguire sono indicati nel suo Programma di mandato 2020-2024– consultabile sul sito www.fondazionecrpt.it– in cui si legge: «Nell’era della globalizzazione e della rivoluzione digitale dove sembrano esserci solo spazi aperti e tutto sembra essere liquido e in continua trasformazione, l’unico spazio solido e tangibile è quello rappresentato dalla dimensione territoriale e comunitaria, che deve essere valorizzata ponendone in risalto le competenze distintive.

Alla luce di questo, fra gli obiettivi per il prossimo mandato deve esserci quello di favorire e di promuovere occasioni di confronto e di collaborazione con il mondo del lavoro e le associazioni di categoria finalizzati alla elaborazione di iniziative e di strategie volte a rafforzare le peculiarità produttive locali e la presenza degli attori del territorio sul mercato.

Una leva imprescindibile della promozione dello sviluppo economico dovrà sicuramente essere il sostegno all’innovazione, anche in considerazione del timore diffuso in provincia che il tessuto produttivo non abbia la capacità innovativa necessaria per agganciare la sfida dello sviluppo».

Contenuti correlati