Giornata mondiale

Arisla aderisce allo Sla Global Day

19 Giugno Giu 2020 1620 19 giugno 2020

Il presidente della Fondazione (nata per volontà di Aisla, Fondazione Cariplo, Fondazione Telethon e Fondazone Vialli e Mauro), Mario Melazzini sottolinea: «La pandemia Covid-19 ha evidenziato l’importanza di sostenere la ricerca. Lavoriamo perché si arrivi presto a una terapia efficace. Più di 100 le proposte arrivate al Bando AriSla e testimoniano la vivacità della comunità scientifica italiana»

  • ...
SLIDER SLA GLOBAL DAY (1)
  • ...

Il presidente della Fondazione (nata per volontà di Aisla, Fondazione Cariplo, Fondazione Telethon e Fondazone Vialli e Mauro), Mario Melazzini sottolinea: «La pandemia Covid-19 ha evidenziato l’importanza di sostenere la ricerca. Lavoriamo perché si arrivi presto a una terapia efficace. Più di 100 le proposte arrivate al Bando AriSla e testimoniano la vivacità della comunità scientifica italiana»

AriSla, Fondazione italiana di ricerca sulla Sla, aderisce allo “Sla Global Day”, che si celebra il 21 giugno in tutto il mondo rilanciando la campagna di sensibilizzazione promossa dalla Federazione internazionale delle associazioni dei pazienti, International Alliance of ALS / MND Associations.

Non è casuale che il Global Day sia il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate e punto di svolta dal punto di vista astronomico. La speranza della comunità delle persone con Sla, dei loro familiari, delle Associazioni e dei loro sostenitori è che questo stesso giorno di solstizio segni presto anche un altro punto di svolta nella ricerca della causa, del trattamento e della cura della SLA.

«Quest’anno lo Sla Global Day assume ancora più valore in un contesto come quello attuale, segnato dalla pandemia del Covid-19», sottolinea Mario Melazzini, presidente della Fondazione, «che ha accentuato la fragilità delle persone che convivono con la malattia e allo stesso tempo l’importanza di sostenere la ricerca scientifica per dare loro risposte concrete sul fronte terapeutico. Dal nostro osservatorio rileviamo che la comunità scientifica italiana vuole mettersi in gioco per vincere la sfida contro la Sla: ne sono testimonianza le oltre 100 proposte presentate al Bando AriSla 2020, chiuso l’11 giugno. Il nostro impegno è tradurre questa vivacità in risultati per i pazienti, dando continuità e consentendo ai progetti più di validi e innovativi di essere sviluppati perché si arrivi presto ad una terapia efficace. Crediamo che un mondo senza la malattia sia possibile e tutti possiamo contribuire a realizzarlo».

Contenuti correlati