Associazione Italiana Sclerosi Multipla 25740
5permille ad alto impatto

Con Aism per fermare la sclerosi multipla

24 Giugno Giu 2020 1758 24 giugno 2020
  • ...

L’associazione attraverso la sua Fondazione FISM, indirizza, promuove e sostiene la ricerca scientifica. «Ogni vostra firma ci permetterà di ripartire e di portare avanti ogni idea dei nostri 500 ricercatori», sottolinea il presidente Mario Alberto Battaglia

Diversificare è la parola chiave di ogni investimento efficace, anche e soprattutto per quelli che rendono possibile la ricerca scientifica, se costruiti con l’obiettivo di cambiare la vita delle persone. Diversificare è anche la parola chiave della strategia che AISM con la sua Fondazione FISM – Fondazione Italiana Sclerosi Multipla - segue nell’utilizzo del 5permille, che in 10 anni ha investito 80 milioni di euro a sostegno della ricerca scientifica sulla sclerosi multipla. Diversificare, con altre parole, vuol dire impegno a rendere libere le persone dalla SM, non trascurando nessuna strada, percorrendole e “connettendosi” con tutte.

AISM, attraverso la sua Fondazione FISM, indirizza, promuove e sostiene la ricerca scientifica e la formazione di ricercatori attraverso diversi percorsi che vanno dal bando annuale indirizzato a tutti i campi di ricerca, ai bandi dedicati a programmi speciali, alla partecipazione a progetti internazionali e alla promozione e il finanziamento di centri e network di eccellenza ed infrastrutture di ricerca. I progetti che AISM con la sua Fondazione promuovono devono avere una ricaduta concreta sulla vita delle persone con SM e per malattie cronico-degenerative similari alla sclerosi multipla e migliorare le risposte di servizi e di assistenza.

Il 5permille è uno strumento fondamentale per sostenere la ricerca scientifica e fermare la sclerosi multipla. La nostra ricerca è concreta, è il mezzo che si impegna ad andare avanti ogni giorno, passo dopo passo: non si può e non si deve fermare.

È fondamentale la firma di ognuno di voi. Un gesto semplice ma di grande valore. Ogni vostra firma ci permetterà di ripartire e di portare avanti ogni idea dei nostri ricercatori, 500 al fianco di AISM, tra i primi al mondo nel loro campo, che ogni giorno lavorano perché si possa arrivare domani a trovare la causa e la cura della SM. Sono tanti i progetti che “vivono” per dare una miglior qualità di vita alle persone con SM, per comprendere le cause della malattia o i metodi per diagnosticare prima e meglio la malattia: una diagnosi precisa e precoce indirizza subito la persona alla giusta cura per la propria specifica forma di malattia, senza perdere tempo e senza consentire a questa malattia cronica di procurare danni non recuperabili.

Tramite il proprio Bando, FISM sostiene ricerche e progetti in grado di identificare e sviluppare nuove molecole candidate a diventare farmaci, nuovi metodi di trattamento riabilitativo e sintomatico della SM e ricerca di base verso la comprensione delle cause.

L’Associazione è tra i fondatori e promotori della Alleanza Internazionale per la SM progressiva e contribuisce a un investimento entro il 2025 di 53 milioni di euro. Rappresenta un grande progetto globale che dà i suoi frutti: abbiamo già individuato 15 nuove molecole che potranno diventare nuovi farmaci per le persone con forme progressive ancora orfane di terapie risolutive.

Investiamo nella ricerca sulle cause, sul sistema immunitario, sulla potenzialità di riparazione del danno, sulle tecnologie innovative in risonanza magnetica. Abbiamo creato con i centri clinici italiani il Registro SM, strumento essenziale di ricerca e scelte di terapia e di assistenza, promuovendo il collegamento con altri registri al mondo. Abbiamo sviluppato la ricerca sulle cellule staminali adulte dalla ricerca di base all’uomo e finanziamo adesso le nuove sperimentazioni cliniche. Affrontiamo con i neurologi e le persone con SM le emergenze: abbiamo promosso la ricerca italiana per studiare l’impatto dell’infezione da coronavirus sulla SM e sulle terapie in atto a breve e lungo termine e superare insieme l’emergenza. La ricerca che non si ferma e che si impegna ogni giorno per le oltre 126 mila persone con SM e il loro diritto alla vita, vive grazie alle tante persone, ai tanti cittadini italiani che sostengono da anni con il loro 5permille proprio le persone, facendo squadra con loro. Insieme è l’altra parola chiave di AISM, #insiemepiùforti è un valore in cui credere tutti.


*Mario Alberto Battaglia, presidente FISM - Fondazione Italiana Sclerosi Multipla

Contenuti correlati