Amazzonia
Missioni Don Bosco

Nel cuore delle missioni: far conoscere le popolazioni delle terre lontane

26 Giugno Giu 2020 1429 26 giugno 2020
  • ...

Al centro dell’impegno di Missioni Don Bosco ci sono l'incontro e la conoscenza dell'altro: ecco il senso di un programma televisivo settimanale realizzato con l’Ufficio di Comunicazioni sociali dell’Ispettoria di Valdocco

Nel cuore dell’impegno di Missioni Don Bosco ci sono l'incontro e la conoscenza dell'altro: ecco il senso di un programma televisivo settimanale realizzato con l’Ufficio di Comunicazioni sociali dell’Ispettoria di Valdocco trasmesso il giovedì alle 9,35 (fino alle 10,00)

Un avvicinamento che la globalizzazione ha reso più ordinario ma che, se non trova mediatori capaci, rischia di limitarsi a uno sguardo superficiale o, peggio, di rivelarsi fonte di preoccupazione sociale: lo vediamo quotidianamente in rapporto con gli stranieri che vengono in Italia.

I missionari sono agenti di un incontro aperto e costruttivo in ogni Paese. Le opere che essi realizzano in Africa, Americhe, Asia, Europa orientale, Oceania sono espressione di una fraternità che supera i pregiudizi e trasforma le relazioni in un reale scambio di valori.

Per il loro carisma, i salesiani sono vicini ai giovani, dunque accade che i fenomeni che li riguardano e che coinvolgono le loro famiglie e interi gruppi sociali- che solo tardivamente emergono all’attenzione dei media internazionali - siano immediatamente percepiti e resi noti dagli stessi missionari.

Uno dei compiti di Missioni Don Bosco - attuato con risorse destinate espressamente a ciò - è quello di attivare e tenere in vita canali di comunicazione costante, soprattutto con le situazioni più marginali. I viaggi missionari del presidente Giampietro Pettenon, le visite periodiche dei missionari a Valdocco per risalire alle fonti spirituali, gli scambi quotidiani di e-mail, telefonate, messaggi alimentano la conoscenza dei progetti e spingono a cercare risorse per sostenerli, e sono al contempo un diario sullo stato di molti Paesi.

Questo patrimonio di relazioni, di interviste, di immagini fotografiche e video trova diversi canali di condivisione con i benefattori e - attraverso i media - con l’opinione pubblica italiana. Il canale attivato più recentemente è quello dell’emittente Rete7 che ha estensione via etere, via web e via satellite. Da quando il Covid-19 ha reso pressante la necessità di offrire ai fedeli la possibilità di seguire le celebrazioni liturgiche via TV, Missioni Don Bosco ha partecipato alla realizzazione delle dirette televisive dalla basilica di Maria Ausiliatrice. Anche adesso e fino a tutto il mese di luglio viene trasmessa la messa delle ore 9,00 (i festivi alle 9,30).

A seguire, il giovedì, viene proposto uno spazio di informazione (fino alle ore 10,00 circa) che porta il titolo per noi significativo e impegnativo “Il futuro è la nostra missione”. Missioni Don Bosco propone interventi in diretta o registrati di missionari, con ampi brani tratti dai documentari realizzati in tutto il mondo nel corso degli anni. Conduce la trasmissione con passione e professionalità don Moreno Filipetto, un volto noto nel panorama delle emittenti televisive piemontesi.

Settimana per settimana un tema e un ospite diversi, con una programmazione che si può trovare suwww.missionidonbosco.org; nello stesso sito si possono rivedere le puntate andate in onda.

Rete 7 trasmette in Piemonte sul canale 12 del digitale terrestre, mentre People TV sul canale 825 di Skye sul canale 420 di TvSat.

Lo streaming in diretta si trova su https://www.rete7.cloud

Contenuti correlati