BE Europe 2
Formazione

Nuove risorse ed opportunità per il Terzo settore con il budget europeo 2021-2027

9 Settembre Set 2020 1527 09 settembre 2020
  • ...

«Il budget della programmazione UE 21/27 è cresciuto in termini di capienza in modo sostanziale, toccando quota 1800 miliardi, quasi il doppio di prima. E tantissime risorse sono dedicate al sociale», sottolinea Luisa de Amicis , Chief Operations Officer di PlusValue con sede a Londra, che collabora con Fondazione Triulza al nuovo Master in Europrogettazione per il Terzo Settore nato nell’ambito del progetto BEEurope con Fondazione Cariplo

«Quello di cui mi occuperò nella prossima edizione del Master in Europrogettazione BEEurope, promosso da Fondazione Triulza in collaborazione con CGM, Diesis Network e CSV Net Lombardia, riguarda il logical framework, e l'individuazione di best practices». A parlare è Luisa De Amicis, Chief Operation Officer di PlusValue London, uno dei docenti del master BEEurope. L'intervista


Luisa de Amicis

Lei è un'esperta in progetti europei e internazionali con il coinvolgimento di organizzazioni pubbliche, private e del terzo settore. Come nasce la sua docenza al master?
Sono stata in passato membro di vari gruppi di esperti per la Commissione Europea e conosco bene gli ambienti europei a Bruxelles. Come PlusValue lavoriamo a MIND Milano Innovation District con Fondazione Triulza. È da li che è nata questa opportunità

Cos'è precisamente Plus Value?
Siamo una realtà attiva dal 2015 nella promozione di progetti internazionali e di ricerche sull'innovazione e l'impatto sociale. Plus Value è incaricata da una serie di organismi dell'UE di condurre studi e progetti che considerano nuovi modelli per l'innovazione sociale, l'imprenditorialità, e gli investimenti ad impatto

In cosa consiste il logical framework?
È un metodo utilizzato principalmente nella progettazione, il controllo e la valutazione dei progetti di sviluppo. Operativamente prevede l'individuazione degli obiettivi, risultati attesi ed attivita’ del Progetto. È uno strumento completo che tiene conto sia di elementi interni al Progetto, come indicatori o fonti di verifica per il monitoraggio e la valutazione, ma anche di fattori esterni ovvero tutte quelle condizioni che possono influenzare la realizzazione o il successo del progetto, su cui il coordinatore di progetto non detiene un controllo diretto

Questo è l'anno del nuovo budget per la programmazione europea 21/27, cos'è cambiato?
In primo luogo è cresciuta molto la capienza. Se prima ci attestavamo a mille miliardi di euro oggi, con l'aggiunta di Next Generation EU, supporto specifico per il Covid, siamo arrivati a circa1800 miliardi. Parliamo quindi di quasi il doppio delle risorse. Molte delle quali, quasi 1100 miliardi sono sulle politiche di Coesione, da sempre una delle aree piu’ rilevanti per il Terzo Settore italiano ed europeo. European Social Fund, Erasmus Plus, Creative Europe, sono solo alcuni dei programmi inseriti in quest’area. E poi innovazione e ricerca con Horizon Europe, investimenti sociali con Invest EU… la lista è lunga

Per questo la programmazione europea oggi diventa sostanziale e strategica per il mondo sociale...
Esattamente. Ma per diventare un asset strategico serve che esista sia una preparazione tecnica per dare al Terzo Settore italiano le competenze per riuscire ad accedere a questi fondi ma anche un cambio culturale nell'intendere e guardare ai bandi pubblici. Ecco perché è fondamentale un Master come questo

A cosa si riferisce quando parla di cambio culturale?
Mi riferisco al fatto che, contrariamente al tradizionale modo di intendere i bandi, visti spesso come una forma di fundraising, in ambito Europeo è necessario fare un salto di qualità. Per riuscire ad accedere a questi fondi è infatti imprescindibile essere in grado di collaborare con tante altre realtà, spesso straniere, immaginare come i propri progetti possano incardinarsi all'interno di una cornice di obiettivo strategico stabilita dall'Unione Europea. Costruire progetti solo per partecipare o con I partner sbagliati è garanzia di non riuscire a vincere


Il Master si svolgerà dal 28 settembre al 16 dicembre 2020 e si rivolge a operatori del terzo settore, professionisti, neolaureati, organizzazioni ed enti locali, che possono inviare ancora nei prossimi giorni le proprie candidature che saranno valutate, fino ad esaurimento posti. I candidati dovranno inviare il proprio CV a segreteria@fondazionetriulza.org e saranno contattati per un colloquio conoscitivo.

Il Programma Didattico Completo del master con le date, le tematiche, i moduli formativi e i nomi e la qualifica dei docenti è scaricabile dal sito web: www.fondazionetriulza.org

Il “Master in Europrogettazione per il Terzo Settore BEEurope” è una delle azioni del progetto “BEEurope. Bet on European Energies” promosso da Fondazione Triulza in partnership con Fondazione Cariplo per favorire l'internazionalizzazione del Terzo Settore, attraverso l'accesso a reti e finanziamenti europei. Il progetto prevede un percorso di capacity building per rafforzare le competenze e il ruolo delle organizzazioni del Terzo Settore anche attraverso la partecipazione alle principali call europee e internazionali.

Contenuti correlati