Tino Adamo UILDM
Uildm

Un caffè da collezione, per ripartire con ancora più energia

5 Ottobre Ott 2020 1345 05 ottobre 2020
  • ...

«Siamo passati dall’essere portatori di handicap, come si diceva in passato, all’essere portatori di possibilità. Con questa Giornata vogliamo ribadire che la nostra fragilità non ci ferma, che l’isolamento si può superare e che fuori c’è la vita». Tripla proposta per la Giornata Nazionale Uildm: il numero solidale 45581, l'appuntamento social "Un caffè con..." e una confezione di di caffè Chicco d'Oro in una latta da collezione

La UILDM… si rimette in moto. Dopo i mesi del lockdown, con i servizi prima sospesi e poi costretti a modificarsi, la UILDM ha scelto con forza di ripartire. Ripartire dalle sezioni e dai territori e ripartire dalle persone, soci e volontari. Ripartire anche con nuove idee, messe in campo per la Giornata Nazionale UILDM 2020, che si celebra dal 5 all’11 ottobre 2020: accanto alla raccolta fondi tramite numerazione solidale (chiamate e sms al 45581) la UILDM lancia una nuova proposta, del caffè per moka miscela Chicco D'Oro 100% Arabica, in una latta da collezione disegnata da Tino Adamo, uno dei fumettisti di Bonelli Kids, un ramo della storica casa editrice Sergio Bonelli che ha pubblicato personaggi come Tex Willer e Dylan Dog. «Perché il caffè è sinonimo di una sferzata energizzante per ripartire e insieme di condivisione e comunità», sottolinea Marco Rasconi, presidente di UILDM.

Sulle latte, un gruppo di bambini e ragazzi spinge la carrozzina di un compagno, che dalla carrozzina tende una mano verso la farfalla, logo della UILDM. Il caffè è disponibile con un’offerta minima di 10 euro nelle Sezioni UILDM in tutta Italia, oppure con un ordine online sul sito giornatanazionale.uildm.org. Sempre a tema, l’appuntamento social della settimana: alle 16, su Facebook, Marco Rasconi dialogherà con personaggi della TV, della radio, dello sport… da Arianna Ciampoli allo chef stellato Mauro Uliassi. «Vuole essere un momento leggero, il tempo di un caffè con un amico e mi spiace moltissimo che non sia possibile farlo davvero in un bar davanti a un caffè», dice Rasconi. L’idea però è quella di «prendersi una pausa per chiacchierare, condividere le preoccupazioni e le speranze, proprio come avviene quando si prende un caffè con un amico. Come diceva Luciano de Crescenzo, il caffè è una scusa. Una scusa per incontrarsi e per dire ad un amico che gli vuoi bene», sottolinea Rasconi. Il primo appuntamento è stato ieri, 4 ottobre, con ben due campioni del mondo: Andrea Locatelli e il Team Evan Bros. Racing Team guidato da Fabio Evangelista.

Dinamica anche l'immagine che la UILDM vuole dare delle persone con disabilità: «Siamo passati dall’essere portatori di handicap, come si diceva in passato, all’essere portatori di opportunità. Con questa Giornata vogliamo ribadire che la nostra fragilità non ci ferma, che l’isolamento si può superare e che fuori c’è la vita. Ogni contributo è prezioso per migliorare la qualità della vita delle persone con distrofia muscolare e ci aiuta a garantire un anno di trasporto, consulenza medica, riabilitazione», prosegue Rasconi.

L’edizione 2020 della Giornata Nazionale UILDM sarò accompagnata dallo slogan “Vogliamo continuare insieme a te”. Continuare perché «se è vero che a causa dell’emergenza da Covid19 molte attività si sono fermate o rallentate, non si è fermata la voglia dei volontari UILDM di rimanere accanto alle persone con disabilità neuromuscolare e alle loro famiglie. UILDM vuole continuare a dare il suo contributo offrendo consulenze mediche, sedute di riabilitazione neuromotoria e respiratoria, trasporto e accompagnamento… dare risposte alle oltre 30.000 persone con malattia neuromuscolare che seguiamo», spiega Rasconi. C’è bisogno di uno sforzo e la Direzione Nazionale sarà al fianco delle tante sezioni territoriali: «Forniamo 4.500 consulenze, abbiamo i servizi di fisioterapia, percorriamo ogni anno quasi 650mila km… banalmente occorre pagare le assicurazioni dei mezzi. Un evento per noi importante come “Risotto al Castello” quest’anno è saltato… ma la voglia di rimetterci in moto non ci manca, per continuare insieme».

Contenuti correlati