Pexels Levent Simsek 3617173
Dibattiti

La città fragile e la città volontaria: appuntamento a mercoledì

23 Novembre Nov 2020 1040 23 novembre 2020
  • ...

Nelle città ferite dalla pandemia, la questione del rapporto tra istituzioni e mondo del volontariato, tra impresa e non profit diventa sempre più cruciale. Ne parliamo mercoledì 25, alle 18,30, nell'incontro organizzato da Vita con il CSV di Padova nell'ambito di Padova Capitale Europea del Volontariato. Ospite: Ivo Lizzola

«Siamo entrati da tempo in quella che Martin Buber chiamatva epoca senza casa. Siamo entrati in un tempo di esodo nel quale prevalgono l’incertezza e l’ansia, il cammino e la ricerca, il disorientamento e il rancore, il pluralismo e gli arcipelaghi di senso. In questo tempo emergono, forti, i risentimenti, le chiusure e le separazioni, ma si evidenzia anche la resistenza delle speranze, delle fedeltà e delle cure reciproche, anche tra le generazioni».

Ivo Lizzola, professore Pedagogia sociale e di Pedagogia della marginalità e della devianza all'Università degli Studi di Bergamo, autore del recente Oltre la pena. L'incontro oltre l'offesa (Castelvecchi, 2020), descrive così il tempo apparentemente sospeso e immobile in cui la pandemia ha gettato le nostre città. Città fragili, città vulnerabili. Ma anche città che agiscono, si muovono, intraprendono.

Città che, grazie alle donne e agli uomini della società civile organizzata, stanno creando possibili modelli di azione sociale al tempo stesso solidale, innovativa e generativa. Anche nel legame con il corporate activism.

Ne parliamo con Lizzola mercoledì prossimo, per il consueto appuntamento mensile che Vita organizza con il CSV di Padova nell'ambito di Padova Capitale Europea del Volontariato.

Dialogheranno con lui Emanuele Alecci, Riccardo Bonacina e Marco Dotti.

► Quando: mercoledì 25 novembre alle ore 18,30

► Dove: sulla pagina Facebook di Vita: qui

Contenuti correlati