Ce3b53aa A8a7 4006 Bc8b 076Fc43f746e Large
Media

Da Avsi un progetto di comunicazione innovativa per la cooperazione allo sviluppo

1 Dicembre Dic 2020 1032 01 dicembre 2020
  • ...

Si chiama “Unbeatable, imbattibile” ed è un piano di comunicazione digitale ideato da sei studenti di Pavia e l’ong che racconta - tra web e social - un progetto contro l’AIDS in Uganda

La pandemia non li ha fermati: sei studenti dell’Università di Pavia, che avevano vinto il contest per una nuova comunicazione della cooperazione promosso da AVSI e AICS, hanno dovuto rinunciare a una missione in loco, ma non all’impresa di costruire una nuova narrazione.

Così nei mesi del lockdown, in collegamento con lo staff di AVSI in Uganda e dei videomaker locali, hanno disegnato un piano di comunicazione che fa interagire un sito web, foto-ritratti, racconti video e una campagna ad hoc sui social network, Instagram in particolare.

Si chiama UNBEATABLE, imbattibile, ed è un modo nuovo di raccontare come agiscono i protagonisti, beneficiari e operatori, di un progetto di sviluppo: racconta la storia di un medico, di un operatore sanitario, di un autista di boda-boda e una madre, tutti ugandesi, che sono accompagnati nelle loro azioni quotidiane e introducono alla conoscenza dall’interno delle dinamiche della cooperazione internazionale allo sviluppo, presentata così da vicino, oltre tutti gli stereotipi.

UNBEATABLE è il frutto del contest lanciato a febbraio negli atenei lombardi da AVSI e dal Centro Internazionale Cooperazione per lo Sviluppo dell’Università di Pavia per promuovere piani comunicativi sulla cooperazione e far conoscere a studenti, opinione pubblica e stakeholder l’azione della cooperazione italiana (in particolare dell’AICS, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo) e delle iniziative cofinanziate dal Global Fund per la lotta all'Aids, alla tbc e alla malaria in Uganda.

Il premio del contest consisteva nella realizzazione di un viaggio di dieci giorni in Uganda per raccogliere i materiali, video e foto, necessari a realizzare la campagna di comunicazione sul progetto. A causa della pandemia e della chiusura delle frontiere internazionali, non è stato possibile far arrivare gli studenti in Uganda. Il progetto non si è fermato e ha trovato nuove strade diventando così occasione di formazione e coinvolgimento a 360 gradi degli studenti che si sono rapportati con professionisti della comunicazione da un lato e staff locale sul terreno dall’altro.


Un esempio di collaborazione creativa che ha messo insieme diversi attori quali studenti, ong e comunicatori. Il risultato di questo si può vedere al sito unbeatable.avsi.org

Contenuti correlati