Hands Gerd Altmann Pixabay
Riconoscimenti

L’importanza del dono (del sangue e non solo)

15 Dicembre Dic 2020 1111 15 dicembre 2020
  • ...

Proclamati in diretta streaming i vincitori del X Premio Giornalistico “Fidas-Isabella Sturvi”, un’edizione che ha visto l’apertura anche ad altre forme di donazione come quella del midollo osseo e del latte materno

Sono stati annunciati i vincitori della X edizione del Premio Giornalistico “Fidas-Isabella Sturvi”. L’annuncio è avvenuto in diretta streaming dai canali ufficiali della Fidas Nazionale.

Ancora una volta le storie dei pazienti che hanno toccato da vicino l’importanza del dono sono le protagoniste del Premio Giornalistico “Fidas-Isabella Sturvi”. Storie che permettono di comprendere quanto un gesto normale, di responsabilità civica, possa essere fondamentale nella vita dei pazienti.

Non solo donazione di sangue, però: in questa X edizione del Premio si registra infatti un’apertura anche ad altre forme del dono. Le vincitrici della sezione nazionale del Premio ci introducono, oltre alla donazione del sangue, anche all’importanza del dono del midollo osseo e del latte materno. Sono Nicoletta Spolini ed Elisa Pervinca Bellini con l’articolo “Natale 2019: fra i regali anche le donazioni di sangue” pubblicato su Vogue Italia. La giuria presieduta da Donatella Barbetta (nell'immagine in basso con le due vincitrici) ha sottolineato come l’articolo «presenti un’idea originale, un filo rosso che unisce mondi diversi della generosità. Un’esposizione chiara e accattivante, con tanti riferimenti, e la presenza dell’incentivo al fare di più».

Antonella Formisani (a dx nell'immagine in basso) ha conquistato il premio per la categoria locale con l’articolo “I genitori raccontano tre storie di bambini malati: «Donare è vita»” pubblicato da Il Centro. Un articolo in cui sono protagoniste le storie di tre famiglie, mamma, papà e bimbi. Storie di bambini che hanno ricevuto trasfusioni.


Infine si è aggiudicato il premio della categoria emergente, rivolta ai giornalisti, praticanti e pubblicisti under 35, Marco Marini. (nell'immagine sopra) “Superdonatore: esempio per i giovani” pubblicato su Il Giornale di Vicenza. Marini ha raccontato nel suo articolo la storia di un donatore che dopo l’incontro con una paziente che lo ringrazia per la sua generosità, si impegna a non fermarsi ma a continuare a donare. Ad oggi il superdonatore ha superato la bellezza delle 200 donazioni.

Il Premio, per la Fidas, rappresenta uno strumento per celebrare l’impegno dei giornalisti e degli operatori dell’informazione. Il presidente Nazionale, Giovanni Musso, ha dichiarato: «Il Premio Giornalistico celebra quella stampa che in maniera completa e corretta divulga il messaggio della donazione del sangue e dell’importanza del Sistema Trasfusionale e delle Associazioni e Federazioni dei donatori di sangue».

Hanno preso parte all’evento anche Maria Rita Tamburrini, Direttore Ufficio VII del ministero della Salute – Trapianti, sangue ed emocomponenti, che ha ricordato la dottoressa Isabella Sturvi alla quale è dedicato il Premio e Aldo Ozino Caligaris, presidente Nazionale Fidas che ha fortemente voluto questo riconoscimento. Vincenzo De Angelis, Direttore del Centro Nazionale Sangue, è intervenuto sottolineando l’importanza di una corretta informazione. Cristiano Lena, Direttore del trimestrale “Noi in Fidas” ha ricordato il professor Cravero, ex presidente Nazionale Fidas e storico membro della Giuria del Premio Giornalistico “Fidas-Isabella Sturvi”, scomparso lo scorso ottobre.

Ha coordinato la diretta il presidente Nazionale Fidas, Giovanni Musso, che ha voluto ringraziare uno ad uno tutti i membri della Giuria per il loro importante contributo: da Donatella Barbetta, giornalista de Il Resto del Carlino, e presidente della Giuria, ai membri della stessa, in totale dieci tra professionisti del settore, esperti di volontariato e del non profit e responsabili associativi Fidas. Stefano Caredda, direttore di Redattore Sociale, Pier David Malloni, Responsabile dell’ufficio stampa del Centro Nazionale Sangue, Stefano Arduini, direttore di Vita e vita.it, Paola D’Amico, redattrice di Buone Notizie, Anna Monterubbianesi, responsabile ufficio stampa Forum Terzo Settore, Giancarlo Liviano D’Arcangelo, scrittore e fondatore/autore del blog Buonsangue, don Alessandro Paone, incaricato regionale della Conferenza episcopale del Lazio per le comunicazioni sociali e delegato della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. Accanto a loro Ines Seletti ed Enzo Emmanuello, Consiglieri Nazionali Fidas con delega alla comunicazione e Gabriele Pesce, Coordinatore Nazionale dei Giovani Fidas.

Il Premio anche in questa X edizione si è pregiato del patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti, della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, del Centro Nazionale Sangue e della Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia.

Per rivedere la diretta del Premio è sufficiente collegarsi alla pagina Facebook di Fidas Nazionale

Contenuti correlati