Book 5178205 1920
Scuola

Le “Cronache dal Futuro” della generazione Covid

14 Gennaio Gen 2021 1157 14 gennaio 2021
  • ...

Al via oggi, giovedì 14 gennaio, il progetto social di edizioni la meridiana che ha l'obiettivo di dare voce ai giovani studenti italiani. Punto di partenza i 120 testi elaborati dagli alunni trevigiani della docente e scrittrice Raffaella Mulato. Un racconto collettivo che si apre ai ragazzi di tutta Italia

Lo hanno intitolato “Cronache dal Futuro” è il progetto che prende il via oggi, giovedì 14 gennaio, sulle pagine social delle edizioni la meridiana che spalanca le porte alla riflessione sui ragazzi che tra lockdown e Dad attraversano la pandemia nel cuore dell’adolescenza, provando a dare loro spazio di parola.
Ragazzi che hanno vissuto prima il lockdown di primavera 2020 con la scuola interrotta, l’anno scolastico a soqquadro, la didattica a distanza. Poi la ripresa difficile e il nuovo stop alla “scuola in presenza” per molti studenti d’Italia. E adesso l’incertezza: la ripresa dei contagi, la paura della terza ondata, la possibilità di nuove restrizioni. Mentre il referendum ci si dibatte tra scuole aperte e scuole chiuse, una generazione – quella dei giovani tra i 12 e i 18 anni – è lacerata. Nelle mani, come sempre, ha la costruzione del futuro. Nella storia, come mai prima d’ora, si scontra con uno scenario inedito e purtroppo angoscioso, con una socialità interdetta e una didattica che deve imparare a disegnare una relazione pedagogica tutta nuova, inevitabilmente in salita.

Il progetto nasce anche grazie alla collaborazione con la docente e scrittrice Raffaella Mulato (nella foto), professoressa di una scuola superiore di Treviso, alle prese con alcuni laboratori a distanza con i suoi ragazzi. In cui il programma di studi e il tema del “funzionamento della didattica” hanno lasciato aperto un varco: quello del racconto di sé, della cronaca del 2020 con gli occhi dei ragazzi, in un’autoetnografia collettiva che restituisce ferite e speranze.

Sono oltre 120 i testi di partenza del progetto “Cronache dal futuro”, che a partire da oggi una volta a settimana, saranno pubblicati sul blog della casa editrice e rilanciati sui social. Fino a comporre un racconto collettivo under 18, scritto direttamente dai ragazzi della “generazione Covid”, ansiosi di liberarsi dello stigma e di disegnare percorsi generativi e creativi oltre lo shock pandemico. Si parte con la pubblicazione dei testi degli studenti veneti di Raffaela Mulato, per poi aprire il progetto ai ragazzi di tutta Italia, invitati a mandare i loro elaborati in casa editrice, usando la mail informazione@lameridiana.it

«Ho chiesto ai miei studenti di fare un viaggio nel tempo. Li ho invitati ad immaginarsi tra 20 anni e raccontare, magari a un bambino o a un coetaneo, il “loro” 2020, un anno che ci ha spiazzato, disorientato, ci ha tolto certezze», spiega l’autrice del progetto, Raffaela Mulato. «Le ragazze e i ragazzi hanno accolto l’invito senza riserve e scritto con immediatezza nel poco tempo a disposizione le loro narrazioni. Ne avevano un gran bisogno. Le ho raccolte senza alcuna mediazione», continua Mulato.

«Invito tutti a interpretare con un flash la situazione della nuova generazione, accogliere la visione del momento e riflettere possibilmente sulle cose che gli adulti non hanno fatto, che hanno dimenticato, che non hanno visto», conclude la docente.

Elvira Zaccagnino (nella foto), direttrice della casa editrice aggiunge: «Le relazioni tra le generazioni sono importanti per il nostro futuro. Il rapporto tra le generazioni è disturbato, ora più che mai. Con questo progetto, proviamo a fare la nostra parte aprendo uno spazio di ascolto e di incontro tra i ragazzi, dove il ruolo degli adulti è semplicemente quello dell’ascolto. I protagonisti sono loro».

Già prima del progetto “Cronache dal futuro”, edizioni la meridiana aveva affrontato l’argomento Covid e ragazzi, pubblicando il testo “Scatto di famiglia. Storie ed emozioni di adolescenti in quarantena”, nato da un concorso letterario indetto dal Centro Asteria di Milano, a cui hanno partecipato studenti da tutta Italia per raccontare, attraverso la narrazione e la scrittura, la propria visione della quarantena vissuta da marzo 2020.

In apertura image by Kranich17 from Pixabay

Contenuti correlati