Carola Carazzone Immagine
Persone

Carola Carazzone alla guida della filantropia europea

22 Gennaio Gen 2021 1134 22 gennaio 2021
  • ...

Segretario generale di Assifero è stata eletta presidente di Dafne. È la prima volta che una donna italiana viene nominata al vertice del Donors and Foundations Network in Europe, organizzazione con sede a Bruxelles che riunisce 30 associazioni filantropiche in 28 Paesi del continente

Carola Carazzone, Segretario Generale di Assifero, è stata eletta presidente di Dafne (Donors and Foundations Networks in Europe) in occasione dell’Assemblea Generale dell’associazione europea. È la prima volta che questa carica sarà ricoperta da una donna italiana: Carola Carazzone (nella foto in apertura) succede a Felix Oldenburg, ex Segretario Generale del Bundesverband Deutscher Stiftungen, l’associazione che riunisce oltre 4500 fondazioni ed enti filantropici tedeschi.

«Il 2020 è stato per l’Europa un anno terribile e, allo stesso tempo, straordinario che ha messo a nudo il ruolo che la filantropia europea può svolgere di fronte alle sfide epocali che abbiamo dinanzi», afferma Carola Carazzone, Segretario Generale di Assifero e neo presidente di Dafne. «Un ecosistema filantropico europeo informato, organico, connesso ed efficace ha un ruolo imprescindibile per affrontare le grandi sfide del prossimo decennio e contribuire a costruire un’Europa più inclusiva, sostenibile ed equa. E Dafne è uno degli attori chiave per facilitare lo sviluppo e l’evoluzione della filantropia europea e moltiplicare il suo impatto».

Dafne, che rappresenta collettivamente oltre 10mila fondazioni ed enti filantropici del nostro continente, lavora per mettere in connessione le varie associazioni nazionali di supporto alla filantropia, facilita il dialogo e lo scambio di pratiche intorno a temi e sfide comuni, promuove un ambiente abilitante per la filantropia e la società civile sul piano europeo, interfacciandosi con le Istituzioni e altri stakeholder rilevanti.

«Sono onorata di poter servire l’importante missione di Dafne in questo particolare momento storico di rottura, ricco di sfide ma anche di grandi opportunità da cogliere, e sono grata a tutti i membri per la fiducia dimostratami», prosegue Carola Carazzone. «Insieme continueremo a lavorare per sbloccare l’enorme potenziale collettivo delle fondazioni ed enti filantropici, che risiede nelle risorse private finanziare, relazionali, sociali, intellettuali messe a disposizione, e per costruire ampie e inclusive partnership strategiche capaci di unire il continente europeo per il bene comune».

Oltre all’elezione della nuova presidente, entra a far parte del board Carole Mack, Chief Executive di Acf (Association of Charitable Foundations) e vengono riconfermati Magdalena Pekacka, Executive Director del Polish Donors Forum, e Jean-Marc Pautras, Executive Director del Centre Français des Fonds et Fondations.

Contenuti correlati