Fondazione CRC
Fondazioni Bancarie

Fondazione CRC: approvato il Programma Operativo 2021

1 Febbraio Feb 2021 1814 01 febbraio 2021
  • ...

Ammontano a ben 22 milioni di euro le risorse a disposizione, in crescita rispetto ai 20 milioni previsti dal Piano Pluriennale. Giandomenico Genta (presidente della Fondazione CRC): «Attenzione ai giovani e alle piccole comunità»

Il Consiglio Generale della Fondazione CRC ha approvato all’unanimità il Programma Operativo 2021, che delinea l’attività progettuale ed erogativa per l’anno in corso: sono previsti 22 milioni di euro di risorse erogative a disposizione per la provincia, in crescita rispetto alla quota indicata dal Piano Pluriennale. Il documento aggiorna il Programma Operativo approvato a fine ottobre 2020, alla luce delle nuove priorità e delle sfide individuate dal Piano Pluriennale 2021-24 approvato a metà dicembre.

Le novità

La novità più rilevante introdotta nel Programma Operativo 2021 è l’articolazione delle iniziative promosse (bandi e progetti) secondo le 3 sfide individuate dal Piano quadriennale: + SOSTENIBILITÀ, + COMUNITÀ, + COMPETENZE.

Per ognuna di esse, il documento riporta le iniziative che verranno promosse nel 2021. Qui di seguito una selezione di alcune delle più significative:

+ SOSTENIBILITÀ per uno sviluppo green (dotazione complessiva di 4,8 milioni di euro):

  • Bando Nuove Energie (pubblicazione a maggio 2021): iniziativa dedicata alla gestione delle risorse naturali, al raggiungimento dell'autonomia energetica dei territori e alla progettazione di infrastrutture destinate a migliorare la resilienza ai cambiamenti climatici nel lungo periodo.
  • Progetto Circol-Azione. Economia circolare e lotta allo spreco (avvio a giugno 2021): sostiene il coordinamento delle iniziative di raccolta e redistribuzione di cibo sul territorio, per favorire la circolarità, individuare sinergie e buone prassi da mutuare e mettere a sistema.
  • Bando Patrimonio Culturale e Turismo Sostenibile (pubblicazione a maggio 2021): a sostegno di interventi di restauro mirati alla conservazione di beni culturali, con un'attenzione particolare alla valorizzazione di percorsi di fruizione turistica.

+ COMUNITÀ per il benessere delle persone (dotazione complessiva di 4,2 milioni di euro):

  • Bando Giovani in Azione (pubblicazione a giugno 2021): a sostegno di azioni per costruire e ricostruire relazioni e opportunità per i giovani, attraverso la definizione di una strategia a livello locale che valorizzi il ruolo e il coinvolgimento delle giovani generazioni nella vita della comunità.
  • Progetto Famiglia e Welfare (avvio ad aprile 2021): si articolerà su 2 misure, una a sostegno delle famiglie colpite e rese fragili dalla crisi pandemica, una seconda dedicata alla diffusione di modelli di welfare aziendale e di modelli organizzativi del lavoro per migliorare la qualità della vita delle persone.
  • Progetto Rigenerare Territori Marginali (avvio a ottobre 2021): per la rigenerazione di aree interne e marginali, la ricostruzione di economie locali e il rafforzamento della capacità e dell’attrattività dei territori.

+ COMPETENZE per l’innovazione e il futuro (dotazione complessiva di 4,9 milioni di euro):

  • Bando Attrazione Risorse (sempre aperto): misura dedicata all’attrazione di risorse nazionali ed europee attraverso il finanziamento per la scrittura di progetti e il co-finanziamento delle candidature. In parallelo, saranno organizzati laboratori di progettazione e formazione su specifici programmi europei.
  • Progetto Insieme per lo Studio (pubblicazione bando per le borse di studio ad aprile 2021): per favorire l’accesso e la continuità nei percorsi formativi, con attenzione a inclusione, pari opportunità, contrasto alla povertà educativa e dispersione scolastica.
  • Progetto Salute Digitale (avvio ad aprile 2021): per favorire un ecosistema dell’innovazione applicato alla salute, guardando con interesse al campo della telemedicina, delle terapie digitali e della teleriabilitazione.

A fianco delle nuove iniziative, proseguono le attività dei progetti pluriennali che hanno preso avvio nelle scorse annualità e le nuove edizioni di bandi già sperimentati negli anni passati. Tra queste, si segnalano in particolare 2 bandi che hanno avuto nelle passate edizioni significativi riscontri e che sono aperti e scaricabili da domani sul sito - il Bando Distruzione (sfida + Sostenibilità) sostiene interventi di demolizione sul territorio provinciale, finalizzati a eliminare incoerenze, brutture e manufatti inutilizzati, ripristinare la bellezza del paesaggio naturale e antropico e incentivare la cura e la partecipazione attiva della comunità. Budget complessivo di 500 mila euro, scadenza della prima fase venerdì 26 marzo 2021.

Il Bando Nuova Didattica (sfida + Competenze) si sviluppa in modo trasversale alle tre sfide prioritarie della Fondazione intercettando temi e parole chiave che fanno riferimento alla sostenibilità ambientale e alla didattica in spazi esterni alla scuola, al benessere della persona, all’inclusione e all’attività motoria. Budget complessivo di 685 mila euro, scadenza 31 marzo 2021.

Sessioni erogative

Confermate le 3 sessioni erogative per il 2021, come da Programma Operativo deliberato a ottobre 2020:

  • Sessione erogativa generale, con scadenza il 26 febbraio 2021 (delibera prevista a giugno 2021);
  • Sessione per eventi e attività sportive primavera-estate, scaduta il 29 gennaio 2021 (delibera prevista a marzo 2021);
  • Sessione per eventi e attività sportive autunno-inverno, con scadenza il 25 giugno 2021 (delibera prevista a settembre 2021).

Confermate le regole per il cofinanziamento obbligatorio nelle sessioni erogative (tutte le richieste di importo superiore a 5.000 euro dovranno garantire un cofinanziamento almeno pari al 20% del costo totale dell’iniziativa, così come tutte le richieste di importo superiore a 20.000 euro dovranno garantire un cofinanziamento almeno pari al 30% del costo totale dell’iniziativa) e la soglia massima dei 40.000 euro per i contributi sugli interventi di tipo infrastrutturale.

I ruoli

A fianco delle risorse erogative, il Programma Operativo declina le azioni specifiche con cui la Fondazione darà seguito ai nuovi ruoli individuati dal Piano Pluriennale:

  1. costruzione di alleanze con i diversi attori locali, finalizzate in questo momento in particolare al superamento della crisi innescata dalla pandemia;
  2. attrazione di risorse e donazioni, anche attraverso il progetto Donare e il progetto CRC Innova;
  3. investimenti a impatto positivo per il territorio, in campo sociale, ambientale e dello sviluppo locale;
  4. analisi e visioni di futuro, attraverso la prosecuzione dell’attività di ricerca, l’approfondimento della situazione socio-economica e i laboratori d’innovazione su temi di particolare interesse;
  5. la formazione, attraverso l’offerta di occasioni di approfondimento e di crescita culturale che in questi mesi sono già stati sperimentati nella modalità webinar.

“In un periodo di particolari difficoltà per tutta la nostra comunità, e nonostante il protrarsi del blocco dei dividendi dagli investimenti bancari, la Fondazione CRC riesce a garantire per il 2021 una quota erogativa di 22 milioni di euro, 2 milioni al di sopra dei 20 previsti dal Piano Pluriennale” aggiunge il presidente della Fondazione CRC, Giandomenico Genta.

“Il Programma Operativo 2021 recepisce le indicazioni contenute nel Piano Pluriennale e sottolinea la volontà di agire a fianco della comunità provinciale con tutte le leve che ha a disposizione, per generare ricadute significative ed essere d’ispirazione anche a livello nazionale per altre comunità – rimarcando l’attenzione ai giovani e alle piccole realtà della nostra provincia. Insieme alle nuove progettualità introdotte nel segno dell’innovazione, continueranno anche nel 2021 iniziative che hanno ottenuto grandi riscontri in passato, come il bando Distruzione e il progetto Donare, insieme agli appuntamenti artistici di livello nazionale, che stanno contribuendo a fare della nostra provincia un polo culturale riconosciuto”.

Contenuti correlati