Social Mask_30Masc8
Social Mask

Ambiente, quanto ci costano le mascherine?

20 Aprile Apr 2021 1035 20 aprile 2021
  • ...

Il 22 aprile alle 17.30 in diretta sulla pagina Facebook di Vita raccontiamo il primo Distretto Diffuso che produce mascherine lavabili e sopratutto sostenibili dal punto di vista ambientale. Intervengono l’economista Leonardo Becchetti, Marco Mancini di Legambiente, Michela Spina, del movimento Friday for Future, Piergiuseppe Morone dell’Università La Sapienza di Roma e Elena Ramina, General director dell’azienda leader nella produzione di tessuti per il settore medicale

Un gruppo di imprenditrici e imprenditori sociali ha creato il primo Distretto Diffuso (potete scaricare gratuitamente la storia qui) che produce mascherine sostenibili e lavabili fino a dieci volte. Un prodotto equo, accessibile a tutti, sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale. Un Distretto Diffuso nato dalla collaborazione di 36 realtà, che ha coinvolto fino a 550 lavoratrici e lavoratori nella prima fase di sperimentazione e test, e oggi impiega 100 lavoratori del Sud Italia che realizzano e confezionano le mascherine, tra loro anche 46 persone in condizione di fragilità.

L’idea del Distretto parte dall’esperienza della rete Next Nuova Economia per Tutti, realtà associativa fondata nel 2011 con l’obiettivo di facilitare l’incontro di buone pratiche e avviare processi di rete e co-progettazione. Il Distretto Diffuso promuove infatti l’inserimento lavorativo delle categorie più fragili, tra loro: disabili, detenuti in misura alternativa, titolari di protezione internazionale, vittime di tratta e richiedenti asilo.

Le mascherina sono indispensabili per tutelare la salute pubblica. Ma la loro produzione è imprescindibile dalla sostenibilità ambientale. Il 22 aprile alle 17.30 in diretta sulla pagina Facebook di Vita con un gruppo di esperti proveremo a rispondere proprio a questa domanda: “Quanto costano le mascherine all’ambiente?”.

Intervengono all’incontro, condotto da Anna Spena, l’economista Leonardo Becchetti, Marco Mancini di Legambiente, Michela Spina, del movimento Friday for Future, Piergiuseppe Morone dell’Università La Sapienza di Roma che ha diretto la ricerca “An environmental analysis of single-use vs multi-use face masks via Lca”, che ha calcolato e messo a confronto l’impatto ambientale delle mascherine chirurgiche monouso con quelle riutilizzabili fino a dieci volte, attraverso la metodologia del “cradle-to-grave”, tradotto in italiano “dalla culla alla tomba”, che analizza come e quanto tutte le variabili del processo produttivo impattano sull’ambiente e di conseguenza sulla nostra salute: estrazione della materia prima, trasporto, produzione, distribuzione, smaltimento.

Fare una scelta responsabile e sicura dal punto di vista sanitario è possibile grazie anche ad una una catena di fornitura di eccellenza e di materiali di qualità, tra cui un cotone antibatterico e il tessuto-non tessuto “Melt Blown” fornito da Graziano Ramina. All’incontro sarà presente anche Elena Ramina, General director dell’azienda leader nella produzione di tessuti per il settore medicale.

► Quando: Giovedì 22 aprile alle ore 17,30

► Dove: sulla pagina Facebook di Vita: qui

Contenuti correlati