Handshake Gerd Altmann Pixabay
Formazione

La Didattica Aumentata a supporto dei fundraiser

6 Maggio Mag 2021 1033 06 maggio 2021
  • ...

Aperte le iscrizioni ai corsi di The FundRaising School che, forte dell’esperienza maturata, presenta la sua offerta formativa recuperando le lezioni d’aula e rilanciando percorsi di apprendimento totalmente riprogettati in grado di integrare e “aumentare” l’esperienza dei partecipanti

In questi mesi di emergenza sanitaria da Covid-19 il settore della formazione ha subito un improvviso, e a volte forzato, passaggio al digitale spesso ridotto a un trasferimento di contenuti e processi fisici all’online. Per chi ha saputo approfittarne questi mesi sono stati anche una palestra di innovazione e cambiamento. Tra questi si può annoverare The FundRaising School la scuola di fundraising di Aiccon - la prima in Italia a specializzarsi sulla raccolta fondi - che ha messo in campo le proprie capacità di resilienza investendo e sperimentando per costruire una didattica innovativa in grado di arricchire, con l’aiuto della tecnologia, l’attività formativa.

Con il supporto di Saverio Cuoghi, Learning Designer e ideatore del framework educativo della Didattica Aumentata™, l’offerta formativa, infatti, non si è limitata a trasporre in digitale la lezione in aula, ma si è valorizzata la tecnologia per abilitare nuovi strumenti formativi, percorsi di apprendimento totalmente riprogettati in grado di integrare e “aumentare” l’esperienza dei partecipanti. Da qui il nome Didattica Aumentata™.

Un format e una metodologia, che combina neuroscienze, agile, lean, digital transformation, scienza della formazione, comunicazione sui new media, in grado di integrare in maniera strategica l’irrinunciabile dimensione relazionale con l’accessibilità, la fruibilità e la personalizzazione dell’uso tipiche del digitale, potenziando l’apprendimento.

Tra le caratteristiche di questa didattica innovativa la possibilità di studio con i propri ritmi attraverso una piattaforma, episodi formativi “on demand” e una biblioteca di materiali “Playbook Didattico”, incontri live di confronto con docenti e colleghi in aula e Tool box a disposizione dei partecipanti.
Un approccio che ha spinto la scuola a capovolgere il modo di progettare un percorso formativo, mettendo il partecipante al centro del processo. Una progettazione didattica intenzionale, dettagliata e focalizzata da cui emerge un playbook di episodi didattici ampio e flessibile in grado di soddisfare i diversi stili e ritmi di apprendimento, conciliando momenti di formazione individuale con momenti relazionali, esperienziali e di confronto – in aula o online.

Per i professionisti della raccolta fondi la dimensione relazionale è centrale. The FundRaising School non poteva ridurre tale esperienza nella formazione dei fundraiser, creando un catalogo on demand o una serie di webinar focalizzati sulla persona e le esigenze del docente. L’offerta formativa della scuola da sempre si basa sull’apprendimento tra pari, sul networking, su testimonianze di portata nazionale e internazionale, oltre che sulle conoscenze del corpo docenti – professionisti che affrontano quotidianamente le sfide del fundraising. I momenti live con i docenti sono stati il fil rouge del percorso dando la possibilità di approfondire, confrontarsi, raccontare il proprio caso e la propria esperienza, rafforzando l’efficacia di questi momenti interattivi con materiali ed esercizi propedeutici.

L’innovazione sperimentata ora si protrarrà nel tempo e che sarà ancora più efficace una volta che si potrà integrare nel mix didattico anche la relazione fisica in aula.
In questo modo sarà possibile costruire con passione e autenticità una visione sempre più professionale e rinnovata di questo settore trasformando così i processi formativi in dispositivi integralmente centrati sul reale apprendimento degli allievi.

Il programma completo dei corsi di The FundRaising School è disponibile al link

I corsi sono rivolti non solo a chi vuole intraprendere questa carriera, ma anche a lavoratori con esperienza pregressa e a professionisti che vogliono continuare la loro formazione, specializzarsi e aggiornarsi. La durata dei corsi in aula, che va da 1 a 3 giorni, è stata infatti pensata per permettere anche a chi lavora di poter partecipare.

In apertura image by Gerd Altmann from Pixabay

Contenuti correlati