Archivio Fotografico ATS Stramirabilis
Sostenibilità

Apre a Bacoli la Piscina Mirabilis, esempio di collaborazione pubblico-privato

27 Maggio Mag 2021 1320 27 maggio 2021
  • ...

Questa e altre esperienze di responsabilità sociale dal territorio campano presentate il 28 maggio al Salone della CSR e dell’innovazione sociale che fa tappa a Napoli

160.000 visitatori nel 2019, 39 persone impiegate e 13.000 metri quadri di patrimonio recuperato: sono questi i numeri dell’attività della cooperativa sociale La Paranza che dal 2006 opera nel Rione Sanità per valorizzare in maniera sostenibile ed inclusiva il patrimonio artistico e culturale di uno dei quartieri storicamente più problematici di Napoli. E che oggi partecipa ad un esperimento unico in Italia di collaborazione fra pubblico e privato per valorizzare la Piscina Mirabilis a Bacoli, nel cuore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, che sarà inaugurata agli inizi di giugno.
L’esperienza della cooperativa La Paranza sarà presentata insieme ad altre del territorio campano il 28 maggio, durante la tappa napoletana de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale. L’incontro si terrà in streaming a partire dalle ore 10 e la partecipazione è aperta a tutti previa iscrizione sul sito www.csreinnovazionesociale.it
L’incontro di Napoli è realizzato in collaborazione con NETRIS - Network di ricerca per l’innovazione sociale nell’amministrazione pubblica.

I lavori saranno aperti da Elio Borgonovi, Professore Senior dell’Università Bocconi e coordinatore NETRIS, che sottolinea: «La sostenibilità può essere ottenuta mettendo in circolo tutte le energie e le risorse, specialmente quelle rinnovabili tra le quali è sicuramente importante la creatività e lo spirito imprenditoriale dei giovani e delle donne. Al sud questa risorsa è abbondante e il PNRR rappresenta un'opportunità per farla emergere».
Floriana Fusco, del network NETRIS, coordinerà il primo panel con interventi di scenario di Patrick O’Sullivan, docente Grenoble Graduate School of Business, Marco Musella e Alex Giordano, docenti dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Rossella Sobrero, del Gruppo promotore del Salone della CSR e dell’innovazione sociale, condurrà il secondo panel dedicato alle esperienze dal territorio con la partecipazione di Giorgio Ventre, Direttore Scientifico Apple Academy, Maria Luisa Lavarone, Presidente Associazione Artur, Vincenzo Porzio, Responsabile comunicazione e marketing Cooperativa sociale “La Paranza”, Alessia Guarnaccia, Founder & CEO Gruppo Pandora, Filippo Rodriguez, Head of Sustainability Italy Enel e Managing Director Enel Cuore, Marco De Matteis, Amministratore Delegato De Matteis Agroalimentare e Luca Spadaro, Group Marketing Manager Reckitt Hygiene Italia.
«Anche se i temi ambientali sono quelli che occupano le prime pagine dei giornali, è importante considerare la dimensione sociale della sostenibilità: dai diritti umani alle condizioni di lavoro equo nella filiera, dall’inclusione lavorativa all’impegno a favore della comunità – afferma Rossella Sobrero, del Gruppo Promotore del Salone - Progetti che spesso sono più efficaci quando coinvolgono diversi attori del territorio: imprese, associazioni del Terzo Settore, enti locali, mondo della formazione. Le esperienze presentate nella tappa di Napoli dimostrano che anche al Sud migliora la capacità di fare rete grazie a iniziative che rafforzano i processi collaborativi con risultati positivi per tutti».
Interverrà quindi, con la testimonianza di un’esperienza innovativa, Dario Catania, Associazione N’Sea Yet – Progetto Prendi3. Le conclusioni dell’evento saranno affidate a Filomena Buonocore, Docente dell’Università di Napoli Parthenope.

Valorizzazione del territorio grazie ad un’inedita collaborazione pubblico-privato: da Napoli esempi concreti di innovazione sociale

Dopo l’esperienza avviata al Rione Sanità, con la gestione delle Catacombe di San Gaudioso e San Gennaro che ha consentito sia di sviluppare un’economia sociale fatta di piccole cooperative e artigiani, in gran parte giovani del quartiere, sia di quintuplicare i visitatori, la cooperativa sociale La Paranza partecipa al primo esperimento in Italia con una nuova visione di gestione del patrimonio culturale fatta di “forme speciali di partenariato” tra Ente pubblico e soggetti privati.
La Piscina Mirabilis è la più grande e monumentale cisterna di acqua potabile mai costruita dagli antichi romani. Nota anche come “la Cattedrale dell’acqua” per ampiezza e maestosità, la cisterna si trova nell’antica Bauli, l’odierna città di Bacoli. Per promuovere questo bene culturale unico, nel 2020 è nata l’ATS StraMirabilis con l'obiettivo di creare una sinergia pubblico-privato che facesse convergere le diverse esperienze e le molteplici competenze di tre soggetti non profit. Fra questi c’è Coop4Art consorzio di Cooperative Sociali, di cui fa parte “La Paranza” che riproporrà nel Parco Archeologico dei Campi Flegrei il modello costruito in 14 anni di lavoro al Rione Sanità: un modello di sviluppo “dal basso” che consente di valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico del territorio creando occasioni di formazione e inserimento lavorativo per i giovani a rischio di esclusione sociale.

Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale è promosso da Università Bocconi, CSR Manager Network, Global Compact Network Italia, ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Fondazione Sodalitas, Unioncamere, Koinètica.

Contenuti correlati