Michal Parzuchowski Kids Gessi Unsplash
AiBi

In Campania campi estivi gratuiti per 150 alunni

10 Giugno Giu 2021 1227 10 giugno 2021
  • ...

Opportunità di gioco, crescita e socializzazione per gli studenti degli istituti coinvolti nel progetto “Panthakù. Educare dappertutto”, che vede AiBi come capofila

Sport, piscina, orto didattico, cineforum… Gli studenti che frequentano della secondaria di I° grado nelle quattro scuole partner del progetto “Panthakù. Educare dappertutto”, selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, dal 14 giugno inizieranno la loro avventura estiva.

Su Salerno saranno 90 i posti messi a disposizione per gli alunni dell’IC Calcedonia e dell’IC Montalcini, che potranno beneficiare di questa opportunità grazie ai due centri estivi previsti in collaborazione con i partner CSI Salerno (Centro Sportivo Italiano) e Rari Nantes Nuoto Salerno. Più nello specifico, presso il pattinodromo comunale del lungomare di via Tafuri con il CSI, come nel 2019, i ragazzi potranno seguire corsi di pallavolo, pattinaggio, basket, tennis, tiro con l'arco e tanti altri sport e attività di socializzazione. Il centro sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 con turni di due settimane. La piscina Nicodemi invece, grazie alla Rari Nantes Nuoto Salerno, aprirà le porte con attività in acqua (nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato, nuoto pinnato) e attività motorie e di socializzazione, sempre dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 con turni di due settimane.

«Siamo felici di accogliere nella nostra struttura i ragazzi di Panthakù», spiega Primo Ricci della Rari Nantes Nuoto Salerno. «La voglia di poter praticare lo sport e di stare insieme supererà qualsiasi difficoltà legata alla pandemia e siamo certi che i sorrisi dei ragazzi sapranno eliminare quello strato di ruggine che ha coperto gli animi dei nostri collaboratori». Carico di entusiasmo anche Pino D'Andrea del CSI Salerno: «Il nostro focus è sempre stato promuovere le varie discipline e facilitare l'avviamento allo sport per tutti i bambini le cui famiglie non riescono a garantirlo. Il campo estivo, realizzato su sollecitazione delle dirigenti scolastiche, è stato accolto con grande entusiasmo, perché considero questo evento un momento di aggregazione e diffusione di buone prassi anche tra i più piccoli e farò in modo di portarlo avanti anche oltre la chiusura delle attività progettuali».

Da Salerno a Castellammare di Stabia: 30 alunni dell'istituto Denza parteciperanno al centro estivo “E no che non m’annoio!” ideato dal Basket Team Stabia e dal Tennis Club Terme di Stabia. Attività motoria e sportiva all’aperto, lezioni di tennis, basket, calcetto, danza e balli di gruppo, piscina, karaoke, film di animazione, giochi da tavolo e di gruppo, ping-pong, biliardino, orto didattico, laboratori di lettura, pallavolo, baseball, dodgeball, rugby, giochi a squadre... Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30 (con turni per ogni alunno di una settimana) con il pranzo compreso e la navetta che farà servizio di andata e ritorno. «Per noi è un grande orgoglio collaborare con un'associazione così attivamente impegnata nel sociale – racconta Giuseppe Zurolo, direttore responsabile di “E no che non m'annoio!” - Ci auguriamo di poter continuare questa partnership per offrire il nostro piccolo contributo alla rinascita del territorio».

L’istituto Principe di Piemonte di Santa Maria Capua Vetere potrà invece accedere al primo centro estivo realizzato presso il Real sito di Carditello: il cartellone degli appuntamenti è molto ricco e va dai laboratori legati alla natura e all’ambiente alle discipline sportive, dalle attività teatrali a quelle musicali e ludiche. Il campus durerà tre settimane dal 14 giugno al 2 luglio, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.30 compresa anche la navetta di andata e ritorno. Il direttore del Real Sito di Carditello, Roberto Formato, spiega che «Carditello è un sito inclusivo e molto amichevole. Stiamo sviluppando numerosi progetti a misura di bambino, con l’obiettivo di offrire nuovi servizi alle famiglie e stimolare i più giovani con attività ludiche, percorsi educativi e laboratori teatrali nel bosco. Un modello culturale che ci rende particolarmente orgogliosi e intende valorizzare a Carditello ogni tipo di diversità culturale. Carditello è un sito anticamorra ma è soprattutto un simbolo di riscatto e rinascita per l’intero territorio, aperto a bambini, famiglie e rifugiati». Grande soddisfazione anche dall’Associazione Agape Fraterna che gestirà gli aspetti amministrativi dei centri estivi per gli alunni delle scuole di Castellammare Stabia e Santa Maria Capua Vetere: «La nostra missione è quella di dare sostegno alle famiglie in difficoltà economica e in questo caso lo facciamo offrendo loro la possibilità di far trascorrere un periodo in allegria ai propri figli, dopo i lunghi e difficili mesi che abbiamo vissuto», chiarisce il presidente di Agape fraterna Daniele Carrano.

Foto Unsplash