Nick Karvounis Anziani Unsplash
Covid19

Noja: «Il 70% delle Rsa continua a vietare visite con green pass, interrogato il Governo»

16 Luglio Lug 2021 1145 16 luglio 2021
  • ...

La capogruppo di Italia Viva in Commissione Affari Sociali alla Camera dei deputati ha presentato un'interrogazione al ministero della Salute per conoscere quali iniziative si vogliano prendere “per assicurare agli ospiti delle Rsa il fondamentale diritto di visita da parte di parenti e familiari”

Il green pass avrebbe dovuto aprire alle visite dei familiari le Rsa, Rsd, gli hospice e le strutture riabilitative e residenziali. Ma questo pare non essere avvenuto. A sollevare l'attenzione la parlamentare Lisa Noja, capogruppo di Italia Viva in Commissione Affari Sociali alla Camera dei deputati: “Nonostante l’ordinanza del ministro della Salute dello scorso 8 maggio e la successiva norma, inserita nella legge di conversione del decreto Covid di aprile abbiano stabilito il ripristino su tutto il territorio nazionale delle visite di familiari muniti di green pass all’interno delle Rsa, Rsd, hospice e strutture riabilitative e residenziali, ad oggi, secondo quanto denunciano i Comitati dei parenti degli ospiti delle strutture, a partire dal Comitato Orsan, risulta che il 70% delle Rsa non concede alcuna uscita temporanea, neppure agli ospiti autosufficienti e muniti di certificazione verde Covid-19, mentre le visite vengono consentite soltanto una volta a settimana, a discrezione della struttura interessata, mai nel fine settimana, spesso l’unica finestra temporale idonea per molte famiglie, oltreché per una durata massima compresa tra i 15 e i 25 minuti.
Nei fatti, dunque, le norme attuali sono raggirate e disattese continuando ad essere negato agli ospiti di molte strutture il fondamentale diritto di visita e di mantenimento delle relazioni affettive in presenza con parenti e familiari”.

“Per queste ragioni, - prosegue Noja - ho depositato un’interrogazione al ministro della Salute per conoscere quali iniziative intenda assumere il Governo per garantire il pieno rispetto delle norme vigenti e per assicurare agli ospiti delle Rsa il fondamentale diritto di visita da parte di parenti e familiari".

In apertura foto da Unsplash

Contenuti correlati