Re Start App2021 Foto Di Gruppo 15 Imprenditori
Call

Avviato il Campus per i 15 giovani di ReStartApp 2021

9 Settembre Set 2021 1717 09 settembre 2021
  • ...

Promosso e realizzato da Fondazione Garrone con Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno durerà fino al 26 novembre. Dal turismo lento all’allevamento di cavalli e pecore di razza massese, dalle aziende agricole all’apicoltura, dalla coltivazione di erbe officinali fino alla creazione di gioielli e moda etica: sono i progetti degli aspiranti imprenditori della montagna innovativi e sostenibili

Ha preso il via questa settimana ad Ascoli Piceno l’edizione 2021 di ReStartApp, il Campus di incubazione e accelerazione per le giovani imprese del territorio appenninico italiano, promosso e realizzato da Fondazione Edoardo Garrone in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, nell’ambito del più ampio Progetto Appennino.

Molto diverse tra loro le idee di impresa dei 15 giovani aspiranti imprenditori che partecipano al Campus residenziale gratuito. Si va dalle aziende agricole biologiche, multifunzionali e “civiche”; alle proposte di turismo lento ed esperienziale, dal più classico agriturismo a strutture più insolite quali il Tepee mobile e la cupola geodetica; e ancora: allevamento di razze particolari e autoctone, come la pecora massese e il cavallo agricolo da tiro pesante, impiegato anche per trekking ed escursionismo; coltivazione e commercializzazione di erbe officinali e infiorescenze di CBD (cannabidiolo); apicoltura sostenibile; ma anche moda etica e creazione di gioielli artigianali che reinterpretano antiche tradizioni, fino ad arrivare alla piattaforma digitale per la condivisione di contenuti originali, quali un cortometraggio e una serie documentaristica dal taglio investigativo.

Sono 9 ragazze e 6 ragazzi (ritratti nella foto in apertura). Hanno un’età media di 30 anni. Oltre l’80% di loro possiede una laurea. Provengono da 6 regioni diverse (la maggior parte da Marche ed Emilia-Romagna, ma anche da Abruzzo, Campania, Lazio e Liguria). Tutti condividono un unico obiettivo: valorizzare, promuovere e sviluppare i territori montani e le loro risorse, in chiave innovativa e sostenibile, attraverso progetti imprenditoriali che coniugano pienamente dimensione economica, ambientale e sociale.

«ReStartApp è il fulcro della prima edizione del Progetto Appennino, che mette a sistema, amplia, approfondisce e radica sempre più sui territori appenninici di tutta la penisola il nostro impegno per mettere i giovani al centro del rilancio della montagna, grazie alle loro iniziative imprenditoriali. È il risultato di un percorso, compiuto negli anni, che ci ha permesso di consolidare e validare sul campo un modello di intervento unico, innovativo, versatile e replicabile: un vero e proprio sistema di attività formative e consulenziali, che coniuga incubazione, accelerazione e laboratori di rete, in grado di offrire ai territori un’opportunità concreta in termini di rilancio economico, riqualificazione ambientale e sviluppo sociale», ha commentato Alessandro Garrone, presidente di Fondazione Edoardo Garrone in occasione dell'avvio del Campus. «Inaugurare il nostro Progetto Appennino con un partner qualificato come Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, con cui condividiamo visione, valori e azioni concrete a favore dello sviluppo delle aree interne, non fa che confermarci l’importanza del network come fondamentale leva di evoluzione dell’iniziativa».

«Questo è un giorno straordinario per la nostra comunità», afferma Angelo Davide Galeati, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. «Nella Fondazione Garrone abbiamo trovato un partner che opera, in perfetta unità di intenti con il modus operandi e la visione della Fondazione che rappresento, per creare opportunità innovative e sostenibili di sviluppo del territorio. Essere stati scelti per poter ospitare il Progetto Appennino 2021 nella nostra area montana, significa molto per noi. Significa dare continuità e nuovo impulso alla strategia di rilancio dell’area montana, significa mettere a disposizione risorse e competenze, significa investire sul binomio fondamentale giovani e impresa. Insieme, mettendo a fattor comune le energie positive che sono presenti nella comunità possiamo cambiare le sorti del nostro territorio, dando una svolta decisiva anche all’economia e alla coesione sociale delle zone più marginali ed in difficoltà, anche a causa delle note vicende sismiche che hanno fortemente provato il nostro Appennino. È una ripartenza, siamo entusiasti e sempre più motivati e certi del fatto che il futuro dipende da noi».

Fino al 26 novembre - con una pausa intermedia dall'11 al 24 ottobre – i 15 partecipanti saranno impegnati in 10 settimane di formazione intensiva, in presenza, nel pieno rispetto di tutti i protocolli di sicurezza sanitaria, con un piano didattico articolato tra lezioni in aula, laboratorio di creazione e sviluppo d’impresa, esperienze, testimonianze, casi di successo. Ad accompagnarli, un team qualificato di docenti, esperti e professionisti dei principali settori dell’economia della montagna. Per agevolare la realizzazione dei migliori progetti sono previsti premi di startup per un valore complessivo di 60mila euro e un servizio di consulenza gratuita post campus della durata di un anno per i più meritevoli.

ReStartApp è il cuore del più ampio Progetto Appennino, ideato e promosso da Fondazione Edoardo Garrone, che per la sua edizione 2021 ha individuato il partenariato guidato da Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno – insieme ad Associazione Bottega Terzo Settore, Ashoka Italia e Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte – come il più idoneo per realizzare l’originale programma di rilancio delle aree interne basato su formazione per la nascita di nuove giovani imprese, consolidamento del tessuto imprenditoriale esistente, creazione di reti e coinvolgimento dell’intera comunità in progetti di sviluppo locale condivisi e inclusivi.

Oltre a ReStartApp, fanno parte del Progetto Appennino anche Vitamine in Azienda, percorso di accelerazione dedicato a 15 imprese locali, e Imprese in rete, laboratorio per la creazione di due reti di imprese locali, che hanno preso il via lo scorso mese di luglio e coinvolgono oltre 20 aziende del territorio di riferimento della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

Supporta il Progetto Appennino una rete consolidata di partner di alto profilo: Fondazione Symbola, Legambiente, UNCEM, Alleanza Mobilità Dolce, Club Alpino Italiano (CAI), Fondazione CIMA, Open Fiber, Tiscali, Federbim, Federforeste e PEFC Italia.

Contenuti correlati