Emilio Isgrò Fiori Sacra Famiglia Foto Stefano Pedrelli3
Persone con disabilità

Siamo fiori: la fragilità riletta dall'arte

5 Ottobre Ott 2021 1450 05 ottobre 2021
  • ...

Emilio Isgrò è uno degli artisti che hanno aderito al progetto "Siamo fiori" a sostegno dei laboratori "Arteticamente" di Fondazione Sacra Famiglia. «L’arte in questa società è emarginata, così come le persone fragili», ha detto Isgrò, spiegando il perché della sua partecipazione. Le 43 opere sono in mostra dal 21 al 31 ottobre e poi diventeranno i premi di una lotteria

Quarantatre fiori, a simboleggiare l’esistenza delicata e fragile delle persone con disabilità. Fiori bisognosi di cura e di attenzione, ma capaci con la loro stessa esistenza di riempire gli sguardi e le anime di colore e gioia. Fondazione Sacra Famiglia ha coinvolto artisti, designer e stilisti internazionali invitandoli a creare opere d’arte che rappresentassero fiori: saranno in mostra dal 21 al 31 ottobre 2021 nell’Atrio dei Gesuiti presso la Pinacoteca di Brera di Milano. Tra gli artisti che hanno aderito al progetto “Siamo Fiori” ci sono Emilio Isgrò, Antonio Marras, Fabio Novembre, Franko, Jacopo Etro, Kola Hamit, Marc Sadler, Michele De Lucchi, Mimmo Paladino, Rashid Karim, Stefano Boeri e molti altri.

Emilio Isgrò con l'opera realizzata per il progetto "Siamo Fiori"

«Un artista non può non partecipare a un'operazione come questa di Sacra Famiglia, perché l’arte, come la solidarietà, è capace di portare dei residui di verità e di libertà che volano al di sopra del puro profitto economico. L’arte in questa società è emarginata, così come le persone fragili, a meno che non diventi una merce… e allora non è più arte», dice Emilio Isgrò, spiegando il perché della sua partecipazione. «A Sacra Famiglia ho detto subito di sì per la limpidezza del progetto: consideratemi a disposizione per tutto quello che potrà esservi utile».

All’interno dei laboratori di terapia occupazionale della Sacra Famiglia, alcuni ospiti hanno contribuito alla realizzazione dei fiori d’artista. Fra loro c’è Loredana, 32 anni, una ragazza che grazie al laboratorio di ceramica è “sbocciata" piano piano, proprio un fiore. Inizialmente Loredana era intimorita all’idea di utilizzare le proprie mani per dipingere e creare, oggi invece è sempre pronta a mettersi in gioco in nuove attività. Loredana ha un disturbo dello spettro autistico e le attività svolte nel laboratorio di ceramica l’hanno aiutata a credere di più in se stessa, arrivando a svolgere alcuni lavori in modo indipendente. In Fondazione Sacra Famiglia i laboratori abilitativi ‘Arteticamente’, propongono percorsi personalizzati attraverso l’utilizzo di tecniche di psico-educazione attraverso la lavorazione della ceramica, la falegnameria, il garden creativo, la bigiotteria, la produzione di bomboniere solidali e di biglietti augurali, il riciclo e il cucito creativo. Sono 20 i professionisti tra istruttori, terapisti occupazionali e educatori che vi si dedicano.

Loredana, con il fiore d'artista che ha decorato

«La fragilità è parte della vita, della nostra e di quella di chi ci è accanto. Può essere causata dalla precarietà dell’esistenza, dal contesto sociale, dall’avanzare dell’età. Oppure può manifestarsi sin dalla nascita nel nostro corpo e causare disabilità psichiche e fisiche. A volte può anche coglierci all’improvviso per un incidente che stravolge la quotidianità così come l’abbiamo sempre vissuta. La fragilità è un mondo complesso di bisogni che va affrontato in modo articolato e personalizzato», scrive don Marco Bove, Presidente di Sacra Famiglia, nel catalogo della mostra. «Per Fondazione Sacra Famiglia la qualità della vita non può prescindere dalla qualità della salute e dalla disponibilità di cure appropriate, di progetti concreti e professionalità, in un continuum assistenziale che vede il minore, l’adulto e l’anziano al centro del percorso di cura».

Al termine della mostra i 43 fiori d’artista diventeranno i premi di una lotteria organizzata da Fondazione Sacra Famiglia con l’obiettivo di raccogliere fondi a supporto di percorsi educativi per bambini e adulti, che fanno leva sull’arte e il design. I biglietti della lotteria possono essere acquistati contattando Fondazione Sacra Famiglia al numero 339.2877481 oppure visitando il sito www.sacrafamiglia.org/siamofiori. Grazie a Fondazione Mediolanum Onlus e Fondazione Vittorio Polli ed Anna Maria Stoppani, le donazioni raccolte, fino a 20mila euro, saranno raddoppiate. L’estrazione dei biglietti vincenti si terrà il 3 novembre presso la sede di Fondazione Sacra Famiglia a Cesano Boscone e sarà trasmessa in diretta Facebook.

Il fiore di Salmistraro

Il fiore di Morandini

Il fiore di De Lucchi

La mostra è curata da Alessandro Guerriero e Alessandra Zucchi con il contributo dell’Associazione Tam Tam e realizzata con il contributo di Fondazione Mediolanum Onlus e Fondazione Vittorio Polli ed Anna Maria Stoppani MMIX. Partner tecnico per l’allestimento Ratti Flora. Ingresso gratuito, ore 8.30-19.15; il giovedì 8.30-22.00

Foto di Stefano Pedrelli

Contenuti correlati