Generatività

È nata “Vicenza Valore Comunità”

11 Ottobre Ott 2021 1649 11 ottobre 2021

Si è presentata in questi giorni al territorio una filiera ibrida (composta da organizzazioni del mondo sociale, culturale, educativo e imprenditoriale). Un cammino intrapreso nel settembre 2020. Il suo primo progetto è l’attivazione di una Comunità educante e di un Patto educativo territoriale. Redatto anche il documento dal titolo “Verso la Comunità educante e della cura dell’educare”

  • ...
Vi Va Com 09102021 Gruppo Foto Alessandro Dalla Pozza
  • ...

Si è presentata in questi giorni al territorio una filiera ibrida (composta da organizzazioni del mondo sociale, culturale, educativo e imprenditoriale). Un cammino intrapreso nel settembre 2020. Il suo primo progetto è l’attivazione di una Comunità educante e di un Patto educativo territoriale. Redatto anche il documento dal titolo “Verso la Comunità educante e della cura dell’educare”

È nata “Vicenza Valore Comunità”, una filiera ibrida di organizzazioni che - provenienti dal mondo sociale, culturale, dell’educazione e dell’imprenditoria - si sono incontrate sul terreno comune della generatività sociale. La presentazione al territorio è avvenuta in questi giorni, ma “Vicenza Valore Comunità” è il risultato di un cammino intrapreso a settembre 2020 quando, partendo dalle sfide e dalle complessità sanitarie, economiche e sociali conseguenti alla pandemia, alcuni cittadini e organizzazioni sociali, culturali, educative e aziendali hanno avviato un dialogo con lo scopo di capire come l’impegno di ciascuno potesse, tramite un percorso condiviso, contribuire a migliorare la società e la città.

L’idea - spiega una nota - è quella di mettere assieme il ricco patrimonio di esperienze, di conoscenze e relazioni che le organizzazioni aderenti, e altre che si aggregheranno successivamente, portano in dote per promuovere lo sviluppo integrale della persona per la crescita umana, economica e sociale, per pensare e agire al fine di impattare favorevolmente sulle forme del produrre, dell’educare, dell’abitare, dell'innovare.

“Vicenza” definisce la territorialità d’azione: la città capoluogo che intercetta il tessuto del circondario.
“Valore” è ciò che si vuole creare e condividere, sia esso sociale, culturale, educativo, economico, ambientale e relazionale.
”Comunità” intesa come legame tra la relazione più prossima (la famiglia, il quartiere o l’organizzazione di appartenenza) con quella collettiva (che ci riguarda tutte e tutti).

Il primo obiettivo di “Vicenza Valore Comunità” è l’attivazione di una Comunità educante territoriale, intergenerazionale e intersettoriale per giungere a istituire un Patto educativo.
Da momento iniziale di confronto interno è nato il documento “Verso la Comunità educante e della cura dell’educare” (in allegato) che definisce i principi, i valori e le finalità attorno ai quali agire concretamente e interfacciarsi, dialogare e collaborare con tutte le istituzioni del territorio e con il mondo della scuola cercando di favorire la nascita di esperienze di «scuola aperta» e di «scuola di comunità», sia relazionandosi con esperienze sviluppatesi in tutto il Paese sia cogliendo le sollecitazioni che il ministero dell’Istruzione sta proponendo anche alla luce degli importanti investimenti legati al Pnrr.

«Quello che si è realizzato in questi mesi» afferma il “tessitore sociale” Guido Zovico (nella foto) che ha ispirato, assieme ad altri amici, la nascita di Vicenza Valore Comunità «è uno dei tanti esempi di “generatività sociale”, cioè di quella capacità delle persone, anche attraverso le organizzazioni di appartenenza, di desiderare qualcosa di buono, di utile e di vantaggioso per il proprio territorio e per la propria comunità. È un passare dalla pura delega a un’assunzione di responsabilità».
«In questi processi – conclude Zovico – diventa fondamentale l’agire contributivo da parte di tutti dentro una visione condivisa e un obiettivo che, anche se appare complicato da raggiungere, può essere perseguito dentro una unità di intenti. Quello di realizzare una Comunità educante credo sia una delle priorità di un territorio che sa leggere la complessità, le fragilità umane e sociali e le sfide glocal di questo tempo e sa attivarsi per trovarne le soluzioni più idonee».

Ad oggi sono oltre 20 le organizzazioni che hanno già aderito al progetto: AGenDo, ALDA, Alinsieme cooperativa sociale, Beate Vivo Farm Srl, Centro Sportivo Italiano - Comitato provinciale di Vicenza, Cooperativa Insieme, Enaip Veneto, Frutti di Marta, IIS Boscardin Vicenza, Il PomoDoro APS, La Piccionaia SCS, Liceo Quadri Vicenza, Parco delle Stagioni, Pastorale Sociale – Diocesi di Vicenza, Presidio Libera “Pietro Sanua”, Rete Famiglie aperte, Sintesi Aps, Società del Quartetto di Vicenza, Tangram Coop. Sociale, Villa Zileri Motterle (Cirmolo srl), Valore Comunità APS.

Trattandosi di un percorso in continua evoluzione già dalle prossime settimane è previsto l’adesione di altre realtà. Il coordinamento del percorso di "Vicenza Valore Comunità" è stato affidato a "Valore Comunità Aps", un’associazione fondata nel 2020 allo scopo di svolgere il ruolo di collante, facilitatore e garante di processo tra le diverse organizzazioni della community.

Le proposte, la presentazione delle Associazioni e il percorso di "Vicenza Valore Comunità" sono consultabili nel sito valorecomunita.it e nella relativa pagina facebook

Foto di Alessandro Della Pozza

Contenuti correlati