Pexels Pixabay 210679
Formazione

Educazione finanziaria come accompagnamento personale

20 Ottobre Ott 2021 1009 20 ottobre 2021
  • ...

È in programma giovedì 28 ottobre un incontro dedicato agli educatori finanziari di qualità, giunto alla sua quarta edizione si svolgerà via web. A proporlo eQwa e Progetica, due realtà che, per prime, hanno proposto modelli di educazione finanziaria in forma di accompagnamento personale e basati su norme tecniche di qualità

“Qualità al servizio del benessere”, questo il sottotitolo dell’incontro “L’educazione finanziaria di qualità” in programma il prossimo 28 ottobre, via web. Un appuntamento, giunto alla sua quarta edizione, valido per l’aggiornamento degli educatori finanziari di qualità UNI11402 (ne avevamo parlato qui), ma anche occasione per avere una lettura sul contesto presente che arriva dall’ascolto di esperienze concrete e realizzabili di educazione finanziaria. Dal 2021 il Comune di Milano offre ai cittadini un servizio di educazione finanziaria di qualità pubblico e gratuito, offerto tramite sportelli e operatori del Terzo settore. Quali sono le esperienze effettive di educazione finanziaria personale di qualità, come si stanno sviluppando, diffondendo e quali cose si stanno apprendendo? Come sviluppare educazione finanziaria personale nei propri territori, e con quali accortezze e modalità? Sono queste alcune delle domande cui cercherà di rispondere l’incontro del 28 ottobre (in allegato il programma completo) che è promosso da eQwa e Progetica, le due realtà che hanno realizzato per prime modelli di educazione finanziaria in forma di accompagnamento personale e basati su norme tecniche di qualità.

Per comprendere il grande e meritato successo dell’educazione finanziaria occorre un poco di ordine, in prevalenza sulla distinzione tra alfabetizzazione ed educazione (uno dei temi che saranno affrontati nel corso dell’incontro). L’alfabetizzazione si occupa di conoscenze e competenze, quelle che Ocse e la Commissione governativa Usa sull’alfabetizzazione ed educazione finanziaria chiamano “equipaggiamento” culturale utile a comprendere il mondo della finanza o dell’assicurazione. L’alfabetizzatore parla di moneta, fenomeni e mercati finanziari, istituzioni, assistenze, previdenze tipi di prodotti. Offre nozioni, genera conoscenze. È necessaria ed utile. Rischia tuttavia, secondo diversi studi, di incentivare il “fai da te” dei consumatori (ho imparato, dunque posso fare da solo).

L’educazione finanziaria invece è un processo, non è orientato ad aumentare le conoscenze teoriche dei destinatari ma a consentire modifiche di comportamento. Banalizzando, se l’alfabetizzatore spiega bene cosa è un computer, l’educatore aiuta il singolo utente a usare il suo pc. O, più semplicemente, l’alfabetizzazione insegna come funziona la pensione e l’educazione mostra al cittadino quando lui o lei potranno andare in pensione, e con quanto. L’educazione finanziaria personale, tuttavia, richiede terzietà, garanzie, strumenti di lavoro affidabili e competenze. Per questo esiste l’educazione finanziaria di qualità, una consulenza generica che aiuta a “fare” e si vincola a protocolli di qualità, norme nazionali e internazionali e strumenti validati che garantiscono che quel che si fa non riflette le proprie opinioni o convenienze ma si conforma alle regole d’arte. La qualità viene certificata da certificatori terzi ed i risultati sono raccolti e monitorati con protocolli scientifici ed istituzionali.

Il servizio di educazione finanziaria consiste nell’incontrare gruppi di cittadini in sessioni collettive di sensibilizzazione e svolgere appuntamenti individuali di accompagnamento con cittadini e lavoratori per supportarne l’acquisizione di consapevolezza e le eventuali scelte di modifica di comportamenti in tema di economia personale e familiare.
I percorsi di educazione finanziaria di qualità sono conformi agli standard di qualità UNI 11402 e si rivolgono a tutti i cittadini ed ai lavoratori, con specifica attenzione a persone e famiglie fragili o vulnerabili. Nel corso dell'incontro si potranno conoscere alcune esperienze e buone pratiche in campo sul territorio milanese.

I temi in oggetto comprendono il budget (come si spende), la gestione dei debiti, la protezione personale e familiare dai grandi imprevisti sanitari ed economici, la pensione, la non autosufficienza), i risparmi finalizzati ai propri progetti di vita ed il passaggio generazionale. L’educazione finanziaria è un servizio di innovazione sociale rivolto all’inclusione ed alla promozione di benessere.
L’educazione finanziaria di qualità personale è operativa in Italia e Spagna, ed è realizzata da operatori di mercato e del Terzo settore.

Per iscriversi all’incontro qui

Contenuti correlati