Giorgio Galimberti LR
WeWorld

Una fotografia per cambiare il mondo

4 Novembre Nov 2021 1202 04 novembre 2021
  • ...

Sotto la direzione artistica di Denis Curti, curatore e noto conoscitore del mondo del collezionismo fotografico, il progetto prevede la creazione di una gallery virtuale in cui si ritroveranno numerosi tra principali protagonisti della fotografia contemporanea insieme per garantire cibo a donne, bambini e comunità vulnerabili in Mali e Burkina Faso

Still e WeWorld danno vita a una collaborazione che vede la fotografia protagonista di una speciale raccolta fondi per combattere la fame in Mali e Burkina Faso. Un progetto importante e prestigioso tanto per la qualità delle opere proposte, quanto per il ventaglio dei fotografi e delle fotografe coinvolti.

Sotto la direzione artistica di Denis Curti, curatore e noto conoscitore del mondo del collezionismo fotografico, il progetto prevede la creazione di una gallery virtuale in cui si ritroveranno numerosi tra principali protagonisti della fotografia contemporanea insieme per garantire cibo a donne, bambini e comunità vulnerabili in Mali e Burkina Faso.

I fotografi e le fotografe selezionati sono stati chiamati a partecipare donando una scelta dei loro scatti, rappresentativi della carriera e della poetica fotografica di ciascuno di loro.

Dal 21 ottobre on line sul sito di WeWorld i donatori potranno così scegliere molteplici soggetti, dal ritratto al paesaggio, dalla fotografia astratta e concettuale alla fotografia di documentazione e reportage. Lo scatto prescelto, a fronte di una donazione pari a Euro 100, verrà stampato su carta fine art, in edizione libera, e inviato a casa del donatore.

Una fotografia per cambiare il mondo” sarà online dal 21 ottobre al 31 gennaio. Tra i fotografi che hanno già aderito al progetto contiamo: Maurizio Galimberti, Alan Maglio, Marco Craig, Simona Ghizzoni, Francesca Volpi, Isabella Balena Giovanni Diffidenti, Efrem Raimondi, Maki Galimberti , Cesare Cicardini, Fabrizio Spucches e tanti altri.

Il progetto che sarà presentato il 10 novembre presso STill Galleria, alla presenza dei fotografi e fotografe protagonisti, verrà implementata con nuovi lavori e altri fotografi nell’arco dei 3 mesi. La fotografia si conferma ancora una volta capace di muovere gli animi alla solidarietà e divenire strumento di cambiamento.

La raccolta fondi è destinata a combattere la fame in Mali e Burkina Faso. Negli ultimi anni infatti la regione del Sahel è stata testimone di una violenza crescente con attacchi quintuplicati in Burkina Faso, Mali e Niger dal 2016. Queste circostanze hanno creato milioni di sfollati e fatto sì che molte aree si trovino in una situazione di grave carenza di viveri. Le agenzie ONU hanno lanciato l’allarme parlando di milioni di persone affamate in Burkina Faso e Mali a causa di una situazione di crisi in rapido sviluppo aggravata dai cambiamenti climatici che inaspriscono la grave situazione di siccità che colpisce il Paese. Le famiglie, stremate da mancanza di cibo, acqua e risorse per sopravvivere ricorrono a qualsiasi mezzo, finendo per impoverirsi ulteriormente. Il progetto che WeWorld porta avanti in Burkina Faso e Mali ha come obiettivo quello di garantire l’accesso al cibo durante il periodo di siccità alle famiglie più vulnerabili.

Credit Foto Giorgio Galimberti

Contenuti correlati