In Farmacia Per I Bambini CONF STAMPA
Fondazione Rava

Al via l'iniziativa In Farmacia Per i Bambini

15 Novembre Nov 2021 1641 15 novembre 2021
  • ...

In Farmacia per i bambini è dedicata alla sensibilizzazione dei diritti dei più piccoli e alla raccolta di farmaci da banco, alimenti per l'infanzia e prodotti pediatrici per i minori in povertà sanitaria. L'iniziativa si svolge grazie alla collaborazione di 4.300 volontari e Aziende amiche in 2.150 farmacie aderenti in tutta Italia e vede i farmacisti e la loro responsabilità sociale al centro di una grande squadra. Le confezioni raccolte in tutta Italia nelle farmacie aderenti saranno donate ai bambini in povertà sanitaria

Si è svolta questa mattina a Palazzo Marino la conferenza stampa nazionale di lancio della IX edizione di In Farmacia per i bambini della Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus che aiuta l’infanzia e l'adolescenza in condizioni di disagio in Italia, in Haiti e nel mondo.

In farmacia per i bambini, che si svolgerà dal 15 al 20 novembre (in concomitanza con la Giornata Mondiale dei Diritti dell'infanzia), è una iniziativa nazionale realizzata dalla Fondazione Francesca Rava insieme al Network KPMG, dedicata alla sensibilizzazione dei diritti dei più piccoli e alla raccolta di farmaci da banco, alimenti per l'infanzia e prodotti pediatrici per i minori in povertà sanitaria. L'iniziativa si svolge grazie alla preziosa collaborazione di 4.300 volontari e Aziende amiche in 2.150 farmacie aderenti in tutta Italia e vede i farmacisti e la loro responsabilità sociale al centro di una grande squadra, di cui partner istituzionali sono Federfarma, FOFI e Cosmofarma.

Per l'edizione 2021 l’iniziativa ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica (per il V anno) e il Patrocinio del Ministero della Salute, della Regione Lombardia, del Comune di Verona, Genova, Milano e Torino, di Farmindustria, Assosalute e Egualia. Le confezioni acquistate saranno consegnate ai volontari della Fondazione e donate a 800 Enti che aiutano bambini e famiglie in difficoltà in Italia e all’Ospedale N.P.H. St Damien, unico pediatrico nella poverissima Haiti.

La Conferenza Stampa, la prima dopo l'insediamento della nuova Giunta, è stata moderata da Roberto Tobia, Segretario Nazionale Federfarma e si è svolta alla presenza di Lamberto Nicola Giorgio Bertolè, Assessore al Welfare e Salute del Comune di Milano, di Mariavittoria Rava, Presidente della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, Emanuela Ambreck, coordinatrice In Farmacia per i bambini, Giovanni Rebay, Partner KPMG Italia, con la partecipazione di Martina Colombari, volontaria della Fondazione e testimonial dell'iniziativa sin dalla prima edizione.

Mariavittoria Rava, Presidente della Fondazione Francesca Rava, ha salutato e ringraziato i relatori e sostenitori dell’iniziativa presenti al Tavolo, ad ha affermato: «All'emergenza sanitaria Covid-19 è seguita anche quella economica e sociale. Secondo i dati Istat, in Italia nel 2020 i minori in povertà assoluta sono arrivati a 1.346.000 (+209.000 rispetto a.p.). «Sono moltissime le richieste di aiuto che la Fondazione Francesca Rava continua a ricevere da Case famiglia, Comunità per minori e famiglie che non riescono a far fronte alle necessità dei propri figli. Dal 15 al 20 novembre nelle farmacie aderenti tutti possiamo acquistare e donare farmaci e prodotti pediatrici per i bambini in povertà sanitaria. Tutti insieme, possiamo contribuire al raggiungimento di uno dei più importanti tra gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite: Salute per tutti e di tutte le età, SDG3».

L’Assessore Lamberto Nicola Giorgio Bertolè ha dichiarato: “La Pandemia è stata uno shock per tutti noi e, come sempre in questi casi, ha acuito i problemi già esistenti, tra cui la povertà sanitaria, soprattutto quella infantile. Allo stesso tempo, però, ha amplificato alcuni elementi positivi, ad esempio la voglia di partecipazione dei cittadini al bene comune. Abbiamo visto rafforzarsi le reti di sostegno e solidarietà e l'iniziativa della Fondazione Rava rappresenta un fulgido esempio di questo impegno. “In Farmacia per i bambini” coniuga il coinvolgimento delle volontarie e dei volontari con il riconoscimento del ruolo delle farmacie che, soprattutto in questo ultimo anno, hanno rappresentato un punto di riferimento per i cittadini più vulnerabili. Una chiamata ad agire e aiutare concretamente a cui, sono certo, i milanesi sapranno dare una risposta convinta e importante”.

Giovanni Rebay, Partner KPMG da sempre al fianco della Fondazione Francesca Rava, anche nel progetto ninna ho, primo progetto nazionale contro l’abbandono neonatale e l’infanticidio, ha affermato: «Partecipiamo ogni anno al progetto “In Farmacia per i bambini” con grande passione. Con la pandemia ci sono tante famiglie in difficoltà e crediamo sia importante fornire contributi concreti al disagio sociale, a maggior ragione quando si tratta di bambini. Il modello di riferimento che ci ispira in queste nostre azioni è quello della responsabilità sociale, della volontà di avere un impatto positivo sulla società. L’obiettivo di quest'anno è quello di raggiungere un nuovo record di raccolta e destinazione di farmaci necessari ai bambini in condizione di disagio sanitario».

Sono seguiti i saluti del Generale Francesco Vestito, Comandante della 1ª Regione Aerea dell'Aeronautica Militare che ha sottolineato la storica partnership con la Fondazione Francesca Rava e la sua partecipazione in prima linea all'iniziativa in Farmacia per i bambini attraverso il volontariato istituzionale nelle farmacie aderenti. Hanno preso la parola per un breve saluto anche i rappresentanti di alcune Aziende amiche al fianco della Fondazione Francesca Rava tra cui: Salvatore Butti, General Manager & Managing Director EG STADA Group e Presidente di Assosalute, Patrizia Puppi, Sr Corporate Communication & CSR Manager di IBSA Farmaceutici, Fabio Torriglia, Country Manager Viatris.

Emanuela Ambreck, responsabile dei progetti sanitari della Fondazione Francesca Rava, ha ringraziato i farmacisti che sono l'anima di questa importante iniziativa nazionale e che con l'aiuto di 4.300 volontari consentono, con grande impegno, di raccogliere migliaia di farmaci e prodotti ad uso pediatrico destinati ad Enti beneficiari e Case famiglia. Infine, la testimonianza e il saluto della testimonial Martina Colombari che ha letto il bellissimo e intenso messaggio di Papa Francesco dedicato ai poveri ed ha invitato tutti ad andare in farmacia per i bambini dal 15 al 20 novembre.

La Conferenza stampa si è conclusa con le parole del segretario nazionale di Federfarma, Roberto Tobia: “Anche quest'anno le farmacie hanno aderito numerose all'iniziativa di solidarietà della Fondazione Rava. Il perdurare dell'emergenza emergenza sanitaria legata alla pandemia continua a provocare grandi difficoltà proprio alle fasce di popolazione più deboli e in particolare alle famiglie - italiane e straniere - che non riescono a garantire ai propri bambini i prodotti per la salute di cui hanno bisogno. La solidarietà fa parte del DNA professionale del farmacista, per questo molti colleghi ogni anno, in occasione della Giornata dedicata ai Diritti dell'Infanzia, promuovono nelle proprie farmacie la donazione di farmaci da banco a uso pediatrico, di alimenti e prodotti per l’infanzia da devolvere agli enti benefici che supportano le famiglie indigenti. Le farmacie sono orgogliose di contribuire, in questo modo, al raggiungimento di uno dei più importanti Obiettivi di Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite: Salute per tutti e per tutte le età”.

LA RESPONSABILITA’ SOCIALE DI UNA GRANDE SQUADRA AL SERVIZIO DEI BAMBINI
In Farmacia per i bambini è una grande squadra con al centro la figura dei farmacisti, al loro fianco ci sono i volontari, che accoglieranno le persone in farmacia invitandole a partecipare alla raccolta, le Istituzioni e circa 50 aziende tra le quali KPMG, Chiesi, Danone Nutricia Società Benefit, VIM, Gruppo EcoEridania, EG STADA Group, Mylan – a Viatris Company, BSA Farmaceutici, BNP Paribas, Neoapotek, Trudi Baby-Care, DB Rowa, Pharmathek e TH.KHOL. Parteciperanno anche le Farmacie Comunali, tra cui quelle rappresentate da Assofarm e Lloyds Farmacia Comunale. Supportano l’iniziativa anche Fondazione Cariparma e Fondazione Manodori. Fondazione Rava ringrazia per il volontariato aziendale, le donazioni in natura o la partecipazione all'iniziativa: Aeronautica Militare, Associazione Nazionale Marinai D'Italia, Aurobindo Pharma Italia, BAYER, BNP Paribas Cardif, BNP Paribas Asset Management, Findomestic, Chef in Camicia, Chiesi, Clear Channel, Cosmofarma, Dentons Europe studio Legale Tributario, Dentsu, Diva International srl, Farmaka, Gima, Glovo Italia, Google Italia, Helan, I Provenzali - Gruppo Mirato, Ipsen, KPMG, Laboratoires Bailleul, Lierac, Marina Militare, Medtronic, Mellin - Nutricia, Mirata, NTC, Mylan - A Viatris Company, Park Associati, Pharmagram, Rotolito, Schneider Electric Italia, Scuola Militare "Teuliè", Silc-Trudi Babycare, Simmons & Simmons, Students For Humanity (Univ. Bocconi), TH.Khol, Zeca srl, Zenith. Si ringrazia Brioschi Immobiliare e Damiano Marinelli di Farmamico per il supporto.

TUTTI INSIEME PER RAGGIUNGERE L’OBIETTIVO SALUTE PER TUTTI E DI TUTTE LE ETÀ - SDG GOAL 3 DELL’AGENDA 2030 E IL PROGETTO NAZIONALE NINNA HO
Nelle farmacie aderenti sarà distribuito un pieghevole sulla sensibilizzazione dei diritti dei bambini, dedicato quest'anno alla divulgazione dei contenuti dell’Agenda 2030 e degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e, in particolare, dell'Obiettivo 3: Salute per tutti e per tutte le età. Come tutti i 17 obiettivi, anche il SD Goal 3 si articola in traguardi, che vanno dall'accesso a vaccini, ai farmaci e alle cure mediche per tutti, alla protezione delle mamme e dei loro bambini. Tra i diritti dei bambini sarà ricordato anche il diritto alla vita, difeso e tutelato da ninna ho, il primo progetto nazionale contro l’abbandono neonatale e l’infanticidio, nato nel 2008 da un’idea dalla Fondazione Francesca Rava e dal Network KPMG in Italia. La mission è quella di diffondere la vigente Normativa italiana (DPR 396/2000), che consente alle future mamme, italiane o straniere in grave difficoltà, di poter partorire in anonimato e sicurezza, per la propria salute e per quella del nascituro, presso tutte le strutture ospedaliere pubbliche (www.ninnaho.org).

Contenuti correlati