Coopi OK
Coopi

Una borsa di cibo per una famiglia povera di Milano

2 Dicembre Dic 2021 1459 02 dicembre 2021
  • ...

Dal 9 al 23 dicembre, COOPI raccoglie donazioni spontanee di cibo per consegnarle ad oltre mille persone che patiscono la fame in città. In Lombardia, quasi due persone su cento sono costrette a vivere con poco più di 400€ euro al mese e Milano è la provincia dove la situazione è più critica: si contano oltre 45mila famiglie che necessitano di sostegno

Parte il 9 dicembre l’iniziativa di solidarietà promossa da COOPI – Cooperazione Internazionale nella città metropolitana di Milano: “Dona una borsa di cibo ad una famiglia povera vicino a te”. L’iniziativa è rivolta a singoli, gruppi spontanei, associazioni del territorio, che possono portare una o più borse di cibo presso le due sedi di COOPI fino al 23 dicembre. A mano a mano, l’organizzazione umanitaria le consegnerà alle oltre 850 famiglie seguite, famiglie che sono scivolate sotto la soglia della povertà a causa della perdita del lavoro o
dell’insufficienza dei guadagni.

Per partecipare, è sufficiente acquistare uno o più prodotti, tra cui riso, pasta, olio, latte UHT, biscotti e cereali e portarli in una delle due sedi di COOPI: l’ufficio centrale di via Francesco de Lemene, 50 (dal lunedì al venerdì 9.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00, sabato dalle 10.00 alle 12.30); Il centro di distribuzione di piazza Selinunte – incrocio con via Gigante (dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.30 / 14.30 - 17.00, sabato dalle 10.00 alle 12.30).

Ogni mese, COOPI aiuta un numero crescente di famiglie e anziani in difficoltà, distribuendo generi alimentari, ma anche prodotti per l’infanzia e beni di prima necessità. Le famiglie che beneficiano di questo servizio sono aumentate in modo esponenziale, a causa degli effetti socio-economici del Covid-19: nel marzo 2020, erano 140 famiglie mentre nel settembre 2021 erano 400, per un totale di oltre 1.200 persone. Gli anziani soli rappresentano l’aumento più significativo.

COOPI è un’organizzazione umanitaria che si occupa di contrasto alla povertà nel mondo dal 1965. Dal 1999, di fronte all’aggravarsi della crisi economica che è andata a toccare anche i paesi del Primo mondo, abbiamo preso in carico le domande di aiuto provenienti dalla nostra città natale, Milano. Qui abbiamo messo in campo le nostre risorse, strutture, capacità professionali per realizzare un progetto di aiuto alimentare a chi è più fragile”, spiega Claudio Ceravolo, presidente di COOPI. “Con la campagna Dona una borsa di cibo vogliamo coinvolgere attivamente la cittadinanza con un gesto solidale e concreto in vista del Natale”.

In Lombardia, quasi due persone su cento sono costrette a vivere con poco più di 400€ euro al mese e Milano è la provincia dove la situazione è più critica: si contano oltre 45.000 famiglie che necessitano di sostegno. Solo nel 2020, COOPI ha distribuito 35 tonnellate di cibo.

Contenuti correlati