Nerve Cells Pixabay
Bandi

Aperta la call 2022 per la ricerca sulla Sla

22 Marzo Mar 2022 1544 22 marzo 2022
  • ...

AriSla pubblica il nuovo bando per il finanziamento di nuovi progetti. «Continuare a investire in ricerca è l’unica strada per ottenere risultati concreti e arrivare a terapie efficaci», afferma il presidente della fondazione Mario Melazzini. I ricercatori potranno presentare le proposte online entro il 5 maggio prossimo

Continua l’impegno di Fondazione AriSLA - Fondazione Italiana di ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotroficaal fianco dei ricercatori che studiano la Sclerosi Laterale Amiotrofica con l’apertura dell’annuale Bando per il finanziamento di nuovi progetti di ricerca. La call si propone di selezionare le proposte più innovative e di alta qualità scientifica proposte da ricercatori italiani, nelle aree di ricerca di base, preclinica e clinica osservazionale. L’obiettivo è supportare progetti che abbiano un reale impatto nell’accrescere le conoscenze dei meccanismi che portano all’insorgenza della malattia e nell’identificare potenziali approcci terapeutici in grado di fornire risposte concrete al bisogno di cura dei pazienti. Dalla sua fondazione, AriSLA ha investito in attività di ricerca oltre 14,1 milioni di euro, sostenuto 92 progetti e 139 ricercatori distribuiti sul territorio nazionale.

«Con questo nuovo Bando rinnoviamo il nostro impegno al fianco dei ricercatori, perché crediamo che investire in ricerca sia l’unica strada per ottenere risultati concreti e arrivare a terapie efficaci», commenta il presidente di Fondazione AriSla, Mario Melazzini. «Viviamo un momento di grande fermento dal punto di vista scientifico ed è importante per noi poter contribuire a sostenere la comunità scientifica italiana in ambito Sla sempre più determinata a raggiungere nuovi traguardi. I risultati ottenuti, la costante crescita di partecipazione ai nostri bandi - l’anno scorso abbiamo ricevuto più di 100 candidature -, la quantità e la qualità delle pubblicazioni scientifiche derivate dai progetti finanziati, ad oggi 326, ci confermano che i ricercatori sono impegnati nello studio della Sla e rispondono alla fiducia riposta in loro dai pazienti con questa malattia. Noi come AriSLA intendiamo valorizzare il più possibile questo impegno e supportare i progetti valutati più meritevoli, affinché si possano compiere nuovi passi in avanti e contribuire a migliorare la Vita delle persone».

Al Bando possono partecipare i ricercatori di Università italiane e di Istituti di ricerca pubblici e privati italiani non profit.
Il Bando AriSLA 2022 prevede la possibilità di applicare con due tipologie di progetti, “Pilot Grant” o “Full Grant”. I primi sono studi esplorativi che hanno l’obiettivo di sperimentare idee particolarmente innovative ed originali, presentate da un singolo centro di ricerca. I “Full Grant” sono progetti che sviluppano ambiti di studio promettenti, basati su solidi dati preliminari e possono essere proposti anche in collaborazione tra diversi centri.
Per i “Pilot grant” è prevista una durata massima di 12 mesi ed un finanziamento non superiore a 60mila euro, mentre per i “Full grant”, con una durata massima di 36 mesi, si potranno ottenere fondi fino ad un massimo di 240mila euro.

Le proposte potranno essere presentate fino al prossimo 5 maggio 2022, attraverso la piattaforma online accessibile anche tramite il sito www.arisla.org.

Il processo di valutazione - Il processo di selezione delle proposte viene affidato ad una commissione scientifica composta da esperti internazionali che valuteranno i lavori in maniera indipendente, assicurando trasparenza, oggettività e valorizzazione del merito scientifico. Questa modalità adottata da AriSla è in linea con i migliori standard delle agenzie che finanziano ricerca scientifica. La conclusione del processo di valutazione è prevista entro la fine del 2022.

Il testo integrale del Bando AriSla 2022 è disponibile sul sito www.arisla.org e per ogni informazione scrivere alla mail bandi@arisla.org.

Contenuti correlati