Christina Wocintechchat Com Team Unsplash
Bandi

IdeeRete, a disposizione 700mila euro per aziende ed enti non profit

7 Aprile Apr 2022 1349 07 aprile 2022
  • ...

Seconda edizione dell’iniziativa del Gruppo Assimoco che tra gli elementi qualificanti inserisce la promozione dell’uguaglianza di genere e dell’empowerment femminile. Facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, prendersi cura del benessere delle fasce più fragili della comunità e sviluppare un’agricoltura innovativa sono i tre ambiti di intervento. Domande entro il 29 luglio

Viene lanciata domani, 8 aprile ore 10, attraverso un evento online la seconda edizione del Bando ideeRete attraverso per quale il Il Gruppo Assimoco, prima Compagnia italiana ad acquisire la qualifica di società Benefit, mette a disposizione di aziende ed enti non profit 700mila euro di contributo a fondo perduto.
L’iniziativa è destinata a cooperative, imprese sociali, società benefit oppure con certificazione B Corp in corso di validità; fondazioni e associazioni, organizzazione di volontariato, organizzazioni non governative, associazioni di promozione sociale, reti associative, start-up innovative e realtà imprenditoriali profit il cui obiettivo sia la generazione di un impatto positivo su persone, comunità e territori attraverso l’esercizio della propria attività economica.

Il nuovo Bando ha un approccio capacitante con l’obiettivo di attivare un’azione socialmente orientata, finalizzata alla rigenerazione dei territori e delle comunità, e sostiene progetti destinati a realizzare interventi focalizzati su tre grandi obiettivi.
Il progetto “Far fiorire il lavoro” per sostenere la transizione verso un’economia della conoscenza e dello sviluppo sostenibile, attivare e favorire lo sviluppo delle capacità imprenditoriali, facilitare l’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro.
Generare benessere” per prendersi cura del ben-essere delle fasce più fragili della comunità, rafforzare le reti di prossimità e la telemedicina, occuparsi dell’accoglienza e dell’inclusione di rifugiati e immigrati.
Coltivare il verde” per immettere nuova vita nelle comunità, anche grazie alle piante, e curare lo sviluppo di un’agricoltura innovativa.

Promuovere l’uguaglianza di genere e l’empowerment femminile, sostenere l’inclusione e la coesione delle categorie più fragili e spingere la digitalizzazione sono gli elementi qualificanti che dovranno essere presenti, in tutto o in parte, nella progettazione degli interventi.
Chi avesse i requisiti per partecipare al bando può inviare la domanda a partire dall’8 aprile e fino al 29 luglio 2022, alle ore 17, tramite il sito (attivo dall’8 aprile) dedicato all’iniziativa bandoideerete.assimoco.it.

«Il percorso che ha portato Assimoco, da quasi 50 anni Compagnia di riferimento del Movimento Cooperativo italiano, ad assumere un impegno sempre più stringente nei confronti della società, dell’ambiente e dell’economia civile, è stato ufficializzato con il raggiungimento della Certificazione B Corp, nel 2018, e poi, nel 2019, con la trasformazione in società Benefit. Da anni, quindi, ci proponiamo come attori di un vero cambio di paradigma rispetto ai modelli dominanti di impresa a solo scopo di lucro, che risultano non più adeguati a rispondere alle sfide che stiamo affrontando. La seconda edizione del Bando ideeRete è una ulteriore manifestazione tangibile di questa vocazione», ha sottolineato Ruggero Frecchiami, direttore generale del Gruppo Assimoco. «Crediamo che l’impresa debba prendersi cura del benessere collettivo e proprio per questo debba captare le esigenze del momento storico e sociale in cui opera e compartecipare a sostenere un percorso verso una società generativa e antifragile».

«In particolare, l’edizione 2022 del bando ideeRete intende promuovere l’uguaglianza di genere e l’empowerment femminile, sostenere l’inclusione e la coesione delle categorie più fragili, oltre a spingere la digitalizzazione. Questi aspetti dovranno essere tenuti in considerazione nella proposizione», ha affermato Alessia Borrelli, responsabile della funzione Cultura e Sostenibilità del Gruppo Assimoco. «Si tratta di obiettivi auspicabili nel breve periodo, oggi più che mai necessari per raggiungere un livello di benessere personale e sociale e per poter garantire l’innovazione necessaria a sostenere il tessuto sociale ed economico italiano».

Tra gli altri requisiti richiesti dal bando anche quello relativo alla realizzazione del progetto che deve essere circoscritta al territorio italiano e avere una durata progettuale compresa fra i 18 e i 24 mesi.
Ogni ente o partenariato potrà richiedere un contributo non inferiore ai 50mila euro e non superiore ai 75mila euro per singolo progetto.
Il contributo richiesto potrà essere pari all’80% delle risorse finanziarie previste per l’attuazione del progetto. Il finanziamento sarà erogato sulla base dell’avanzamento delle attività progettuali e in base a un piano lavori condiviso con Assimoco e i soggetti vincitori.

Il Gruppo Assimoco con la seconda edizione del Bando ideeRete vuole offrire alla comunità l’opportunità di sostenere i progetti selezionati come meritevoli del contributo, attraverso l’attivazione del crowdfunding che è da intendersi come sostegno addizionale rispetto al contributo erogato dalla Compagnia Assicurativa. “Questa iniziativa ha l’obiettivo di apportare ulteriori risorse ai progetti selezionati e amplificarne gli impatti, oltre che a qualificarsi una fonte di apprendimento per l’ente partecipante”, ha concluso Alessia Borrelli, specificando che, a tale fine, Assimoco prevede di offrire un webinar a tutti i vincitori, con l’obiettivo di illustrare le caratteristiche e le potenzialità del crowdfunding per il potenziamento del progetto.

Contenuti correlati