Auto Elettriche
Transizione ecologica

HANetf, quotato il primo Etf sulle infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici

27 Aprile Apr 2022 1544 27 aprile 2022
  • ...

Da oggi un’esposizione per le società quotate in borsa che hanno il loro core business nello sviluppo e nella costruzione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Il tema di investimento è suddiviso in due sottosettori: la produzione di attrezzature per la ricarica delle batterie e le stazioni di ricarica dei veicoli elettrici. Le aziende che fanno parte dell’Etf sono quelle che al momento supportano gli sforzi collettivi per il raggiungimento di emissioni di carbonio net-zero

HANetf quota sulle principali Borse europee l’Electric Vehicle Charging Infrastructure Equity Ucits Etf. Il primo emittente white label europeo di questo settore, da oggi offre un’esposizione a società quotate che hanno il loro core business nello sviluppo e nella costruzione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Il tema di investimento è suddiviso in due sottosettori: la produzione di attrezzature per la ricarica delle batterie e le stazioni di ricarica dei veicoli elettrici. Il primo includerà aziende come Blink Charging, Wallbox e Beam Global, il secondo società come ChargePoint Holdings e EVgo. Più in generale, le aziende che fanno parte dell’Etf sono quelle che al momento supportano gli sforzi collettivi per il raggiungimento di emissioni di carbonio net-zero.

Sempre più persone si mostrano sensibili ai rischi conseguenti al cambiamento climatico e le vendite di veicoli elettrici stanno aumentando vertiginosamente, tant’è che solo nel 2021 sono più che raddoppiate. A livello globale si prevede che entro il 2040 la percentuale di auto elettriche passerà dal 3% delle auto attualmente in circolazione fino a quasi il 60%.

Per sostenere i 600 milioni di veicoli elettrici che saranno presenti su strada nel 2040, l’attuale infrastruttura di ricarica necessiterà di una forte espansione. Diverse ricerche di mercato prevedono che il numero globale delle stazioni di ricarica Ev crescerà di sei volte entro il 2027. Tuttavia, mentre le società manifatturiere di veicoli elettrici stanno già registrando una significativa crescita, la porzione di mercato relativa all’infrastruttura di supporto a questa tecnologia non ha ancora visto un simile ritorno, malgrado la chiara connessione con i numeri di produzione. Questa peculiarità fornisce una promettente opportunità di investimento.

L’Etf replica il Solactive Ev Charging Infrastructure, un indice che incorpora filtri Esg nella sua metodologia ed esclude le società che hanno un coinvolgimento significativo in settori controversi come armi, tabacco e carbone, oppure che violano i principi del Global Compact delle Nazioni Unite. Di conseguenza, Elec è classificato come un fondo rispondente all’art. 8 dell’Sfdr.

Hector McNeil, co-Ceo e co-fondatore di HANetf

«Il futuro dell’auto è elettrico», è il parere di Hector McNeil, co-Ceo e co-fondatore di HANetf. «In pochi decenni, da Shenzhen a San Francisco, diventerà di uso comune guidare un veicolo a batteria elettrica. Tuttavia, alla base di questa rivoluzione ci sarà un enorme sviluppo della capacità di ricarica delle auto. Proprio come la crescita delle auto tradizionali nel XX secolo ha richiesto la costruzione di stazioni di rifornimento di gas e benzina, la rivoluzione Ev nel XXI secolo richiederà un gran numero di stazioni di ricarica elettrica, pubbliche e domestiche. Siamo entusiasti di fornire agli investitori un nuovo Etf tematico per accedere alla crescita di quest’area di mercato. In HANetf, siamo in prima linea nell’offrire soluzioni che spingono verso la transizione energetica ed ELEC conferma il nostro obiettivo».

Timo Pfeiffer, Chief markets officer di Solactive, aggiunge: «Essendo consapevole del potenziale di questo settore a livello globale nel prossimo futuro, mi sono interessato all’infrastruttura di ricarica necessaria a supportare il funzionamento dei veicoli elettrici. Siamo lieti di collaborare ancora una volta con HANetf per lanciare un prodotto così all’avanguardia che ha tutte le carte in regola per fornire un valore aggiunto agli investitori per gli anni a venire».

Contenuti correlati