Jason Goodman Formazione Unsplash
Formazione

Con Startup Fundraising si torna in aula, a settembre

9 Giugno Giu 2022 1019 09 giugno 2022
  • ...

Dopo quasi due anni di stop alla presenza, riaprono le porte della Fundraising Academy grazie alla settima edizione del corso intensivo in 4 weekend full immersion. Sarà comunque possibile seguire le lezioni online

«Con Startup Fundraising si torna in aula e si torna con un programma rivisto e ripensato, forti dell’esperienza fatta nelle prime sei edizioni e in questi questi ventisette, e sottolineo ventisette!, mesi di formazione trascorsi online» Elena Zanella, fundraiser e fondatrice della Fundraising Academy per l’alta formazione nella raccolta fondi lancia dal suo blog elenazanella.it/ la settima edizione del corso intensivo che riapre le porte alle aule della Fundraising Academy. Apre le aule, ma non chiude la possibilità di seguire da remoto perché, spiega ancora Zanella «dal web non si torna indietro ma abbiamo nel tempo acquisite esperienze e tecnologie che ci permettono di garantire un’esperienza di piena soddisfazione anche a chi deciderà di frequentare a distanza. Ma per chi vorrà e potrà essere presente, l’aula resta sempre e comunque un’avventura formativa fortemente arricchente, sia a livello umano che professionale».

L’edizione 2022 si caratterizza per le sue 65 ore suddivise in 4 weekend full immersion di 14 ore ciascuno e 3 focus giuridico-amministrativi online di 3 ore. Ben 12 i professionisti coinvolti con lunghe esperienze d’aula; lavori di gruppo e verticalizzazione degli argomenti con stesura finale di un piano condiviso per favorire l’acquisizione di un metodo che possa aiutarti a raccogliere fondi più efficacemente e in modo efficiente.

Con la settima edizione e i risultati raggiunti sino qui, Startup Fundraising conferma il suo essere il corso di riferimento per l’organizzazione che decide di avviare un ufficio di raccolta fondi, comunicazione e marketing al proprio interno e vuole farlo con il giusto investimento e con obiettivi chiari; ma anche per il professionista che desidera formarsi o migliorare le proprie competenze nel fundraising.

Per Startup Fundraising il networking è poi un valore aggiunto di grande importanza. «Passare così tante ore insieme, favorisce la costruzione di rapporti, sia professionali sia amicali, che continuano anche oggi. Ne parlo sia per esperienza diretta, con alcuni dei miei studenti ho instaurato relazioni che vanno avanti ancora oggi, sia per testimonianza riportata, alcuni gruppi informali continuano a sentirsi tuttora per scambiarsi esperienze, opportunità, gioie e dolori», conferma Zanella.

I posti in aula restano, al momento, 9 e potranno arrivare a 15, ma dipende dai protocolli sanitari che saranno in vigore il prossimo autunno. Naturalmente online nessun problema.

Quest'anno, annuncia Elena Zanella, torna il networking dinner abbandonato nel 2019: la cena dell’Academy aperta a tutti i partecipanti del corso intensivo e a tutti i docenti che si terrà la sera del 2 dicembre, l’ultimo venerdì di lezione. Un momento conviviale e di valore per stare insieme con allegria, salutare l’anno che sta per scorrere via e guardare con fiducia al 2023. «Qualora anche i partecipanti da remoto decidessero di essere presenti, con l’occasione, all’ultimo week-end di formazione, troveremo una location d’aula capace di ospitarci tutti adeguatamente».
Startup Fundraising è un corso intensivo dedicato alle fasi di startup del fundraising e offre al partecipante gli strumenti necessari per organizzare la raccolta fondi di un ente partendo sì dall’Abc, ma con la testa proiettata al futuro del Terzo settore prodotto dalla Riforma.

Per la trattazione di argomenti in modo ordinato e strutturato che accompagnano il corsista a una consapevolezza crescente della materia e la loro verticalizzazione con un approccio esperienza: i corsisti vengono suddivisi in piccoli gruppi. A ogni gruppo è assegnato un argomento che dovrà trattare mano mano durante tutto il percorso arricchendolo delle informazioni acquisite.

Parola d’ordine è contaminazione. Si impara dal confronto con gli altri, sentendosi liberi di raccontare la propria esperienza in un ambiente che stimola il dialogo, senza timore del giudizio e sapendo che quanto raccontato in aula, rimane in aula. Un ultimo dettaglio è la qualità dei docenti, formatori con lunghe esperienze sul campo accanto alle organizzazioni in cui sono inseriti o di cui sono consulenti. «Di una cosa sono assolutamente convinta: l’alta formazione si fa solo con i migliori e i docenti coinvolti sono un vero vanto per la Fundraising Academy», conclude Zanella.

Informazioni e iscrizioni: www.startupfundraising.it/

In apertura photo di Jason Goodman da Unsplash

Contenuti correlati