Marco Rasconi UILDM
Comitato Editoriale

Marco Rasconi riconfermato alla guida di UILDM

17 Giugno Giu 2022 1631 17 giugno 2022
  • ...

Nella seduta della Direzione Nazionale UILDM del 17 giugno Marco Rasconi è stato riconfermato presidente nazionale dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare per la terza volta

Si è insediata venerdì 17 giugno 2022, a Padova, la Direzione Nazionale UILDM, votata il 21 maggio a Lignano Sabbiadoro durante le Manifestazioni Nazionali UILDM.
Confermata la presidenza di Marco Rasconi, che guiderà l'associazione fino al 2025.

Marco Rasconi, nato a Milano nel 1979 e laureato in Economia, è vicino all’associazione da 26 anni. È stato presidente della Sezione UILDM di Milano e di LEDHA Milano – la Lega per i diritti delle persone disabili che costituisce la componente milanese della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); in LEDHA Milano è tuttora responsabile del progetto “Agenzia Vita Indipendente” che ha il compito di aiutare le persone con disabilità a definire percorsi di vita autonoma e indipendente, trovando le soluzioni più adatte alle proprie esigenze. Inoltre è membro della Commissione Centrale Beneficenza di Fondazione Cariplo.

Rasconi avrà al proprio fianco Stefania Pedroni che è stata riconfermata vice presidente nazionale. A Michele Adamo è stato affidato il ruolo di segretario nazionale, mentre Maurizio Conte è il nuovo tesoriere nazionale.
I consiglieri Giuseppina De Vito, Carlo Fiori, Anna Mannara, Marta Migliosi e Massimiliano Venturi completano una squadra di lavoro che porterà avanti l’impegno di UILDM per i diritti delle persone con disabilità e la piena inclusione.

«Vorrei ringraziare la squadra che mi accompagna. Il nostro obiettivo è quello di continuare a dare risposte, ascoltando i bisogni delle famiglie e offrendo prospettive concrete alle persone con disabilità. La nostra associazione, nata 61 anni fa, è impegnata a costruire un futuro per le malattie neuromuscolari, attraverso il sostegno alla ricerca e la progettazione di strumenti che permettano una buona qualità della vita quotidiana a tutti. Ciò ci permetterà di costruire una società più inclusiva, dove ognuno possa trovare il suo spazio. Questo sarà il proposito che accompagnerà il lavoro del nuovo triennio», dichiara Rasconi.

Contenuti correlati