Innovazione

Rimini, al Web Marketing Festival vince la startup Golee

18 Giugno Giu 2022 1456 18 giugno 2022

La più grande competizione internazionale dedicata alle startup innovative chiude il sipario. Premi anche alle giovani imprese AerariumChain, Ecosteer e Hauxt. Anche quest'anno un successo di partecipanti e di pubblico

  • ...
Web Marketing Festival 7
  • ...

La più grande competizione internazionale dedicata alle startup innovative chiude il sipario. Premi anche alle giovani imprese AerariumChain, Ecosteer e Hauxt. Anche quest'anno un successo di partecipanti e di pubblico

Golee si è aggiudicata la Startup Competition del Web Marketing Festival, la più grande competizione internazionale dedicata alle startup innovative organizzata dal Wmf, in corso di svolgimento alla Fiera di Rimini. Oggi la chiusura. La competizione, che ha raccolto oltre 950 candidature da tutto il mondo, è giunta alla sua decima edizione ed è stata l’evento di punta del World Startup Fest, la manifestazione di riferimento a livello internazionale dedicata al mondo startup e scaleup che ha riunito a Rimini investitori, giovani imprese e tantissimi addetti ai lavori. La finalissima, condotta da Cosmano Lombardo (Ceo di Search On Media Group) e Diletta Leotta, si è svolta con una pitch competition sul mainstage del Festival che ha visto sfidarsi le sei finaliste (Aerarium Chain, Strategic Bim, Golee, Ono Ef, Ecosteer e Nanomnia) su idee innovative che rispondevano ai temi delle 12 sfide del futuro individuate dal Wmf, elaborate confrontandosi con gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile ed i criteri Esg: Cities & Communities, Learning & Education, Health, Work, Culture & Travel, Food & Agriculture, Retail & Customer experience, Marketing, Media & Entertainment, Sport & Events, Finance & Insurance, e infine Life on planet Earth.

«Quest’anno abbiamo aggiunto una sfida nella sfida, chiedendo alle startup candidate da tutto il mondo di indicare come il proprio progetto innovativo stesse rispondendo alle sfide del nostro tempo, che abbiamo identificato come le dodici sfide del futuro», spiega Lombardo. «Da sempre supportiamo lo sviluppo di progetti innovativi in ambito tecnologico digitale che si distinguono anche per la ricaduta sociale positiva che riescono a generare: l’innovazione ha senso solo se produce un miglioramento per la società tutta, e le startup sono le principali fautrici di questo processo virtuoso».

Come detto, è stata Golee ad aggiudicarsi il premio assegnato dalla giuria, del valore di 175mila euro in servizi offerti da vari partner del Wmf. Si tratta di una startup innovativa che fornisce strumenti digitali alle società sportive dilettantistiche e professionistiche. A questo premio si aggiungono altre due importanti opportunità: Golee infatti si qualifica direttamente come finalista al contest per startup del Disraptors Summit di Praga, in programma il prossimo ottobre, evento all’interno del quale vince anche uno stand dedicato.

Il Premio del pubblico, del valore di ventimila euro in consulenza messi in palio da Search On Media group, è stato invece assegnato dai partecipanti del Festival ad AerariumChain, servizio cloud che supporta le istituzioni nella conservazione del patrimonio e nel fundraising. La startup vince inoltre la possibilità di volare a Praga, sempre in occasione del Disraptors Summit, all’interno del quale potrà presentarsi al pubblico con uno stand.

Edizione ricca più che mai di premi e di opportunità, questa appena conclusa: grazie alla collaborazione con il network di partner internazionali, il Wmf premia altre due startup che si sono distinte con i propri progetti innovativi, assegnando rispettivamente a Ecosteer e Hauxt la partecipazione al Valencia Digital Summit e al El Cairo Startup Without Borders.

Al World Startup Fest c’è stato spazio anche per le opportunità di networking e business offerte dagli incontri B2B con delegazioni di investitori e aziende da tutto il mondo, presenti anche grazie alla partnership con Ice, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Tra i partner di questa edizione pure Art-Er, Cariplo Factory, Digital Magics, Engineering, Fondazione Golinelli, Gellify, Hubspot, H-Farm, Iag, InnovUp, Lazio Innova, Le Village, LVenture Group, Nana Bianca, OVHcloud, Plug and Play, Qonto, Pranaventures, Rds, Unicredit Start Lab, Volano Group.

«Siamo molto contenti del riscontro internazionale avuto anche quest’anno rispetto al World Startup Fest: hanno partecipato agli eventi startup e realtà provenienti anche da Francia, Spagna, Arabia Saudita, Israele, Croazia, Grecia, Egitto e molti altri Paesi. Questo contribuisce alla creazione di quella che abbiamo definito Innovation Valley, una vallata dell’innovazione aperta e diffusa al mondo dove attraverso la cooperazione tra Paesi si diffonde la cultura imprenditoriale e si genera un flusso di opportunità tra Italia ed estero», è il commento conclusivo di Cosmano Lombardo.

Il tema dell’imprenditorialità innovativa è stato preponderante anche nei diversi open stage disseminati nell’area fieristica del Festival tra i quali, oltre allo Startup Stage, anche lo Stage Entrepreneuship e lo Startup Showcase: l’innovazione e l’importanza di supportare progetti imprenditoriali innovativi, tecnologico-digitali è stata fra i topic più discussi anche in luce degli obiettivi strategici del Pnrr, che punta sulla digitalizzazione e l’innovazione come asse portante della società futura.

Contenuti correlati