Fotografia

Mostra benefica dei Sony World Photography Awards

13 Settembre Set 2022 1737 13 settembre 2022

Cultura e impegno sociale insieme: in Italia l’incasso della mostra - dal 14 settembre al 30 ottobre a Milano - sarà devoluto totalmente a Fondazione Progetto Arca Onlus per l’emergenza Ucraina

  • ...
© Milan Radisics, Hungary, Winner, Professional Competition, Wildlife & Nature, Sony World Photography Awards 2022
  • ...

Cultura e impegno sociale insieme: in Italia l’incasso della mostra - dal 14 settembre al 30 ottobre a Milano - sarà devoluto totalmente a Fondazione Progetto Arca Onlus per l’emergenza Ucraina

Apre a Milano, al Palazzo delle Stelline la mostra dedicata ai Sony World Photography Awards promossi da World Photography Organisation e Sony con la Main Partnership di Fondazione Fiera Milano e Fondazione Stelline. Il ricavato della mostra sarà a favore di Fondazione Progetto Arca onlus per l’emergenza Ucraina. L’esposizione - dal 14 settembre al 30 ottobre - presenta le fotografie vincitrici e finaliste del concorso fotografico più eterogeneo al mondo. Quest’anno gli Awards, giunti alla quindicesima edizione, hanno ricevuto oltre 340mila candidature provenienti da 211 territori.

Tra le opere esposte si potrà ammirare il progetto Migrantes del fotografo australiano Adam Ferguson, che si è aggiudicato il titolo di Photographer of the Year, le opere di Federico Borrella, premiato con il 2° posto per la categoria Wildlife and Nature all’edizione Professional, quelle di Giacomo Orlando e Alessandro Gandolfi, che si sono aggiudicati il 3° posto rispettivamente nella categoria Ambiente e Natura Morta, oltre al progetto di Antonio Pellicano, vincitore del National Award, Rise Up Again.

«Gli scatti proposti costituiscono testimonianze preziose del nostro tempo perché racchiudono storie che non conosciamo e che meritano di essere raccontate e condivise. Siamo particolarmente orgogliosi dei riconoscimenti conquistati ogni anno dai fotografi italiani grazie al valore culturale e all’eccellenza tecnica che distinguono le loro opere. È importante sottolineare la natura internazionale del concorso, aspetto che Sony desidera valorizzare attraverso le tappe locali di un tour globale che permette a un pubblico sempre più vasto di ammirare le fotografie premiate» osserva Federico Cappone, Country Manager di Sony in Italia.

© George Tatakis, Greece, 2nd Place, Professional, Portraiture, 2022 Sony World Photography Awards

Tutto l’incasso della biglietteria, grazie anche alla collaborazione con Fondazione Fiera Milano e Fondazione Stelline, sarà totalmente devoluto a Fondazione Progetto Arca, che lo scorso 30 marzo ha avviato una collaborazione con Fondazione Fiera Milano per supportare il popolo ucraino. La collaborazione ha visto a oggi l’invio di 22 tir con a bordo oltre 170 tonnellate di materiali (alimentari, prodotti per l’igiene personale, pannolini, stoviglie monouso, coperte, sacchi a pelo e altri beni di prima necessità, oltre a giocattoli e pelouche) e la recente realizzazione di un video nel quale sei fra i più famosi comici milanesi (Giacomo Poretti, Raul Cremona, Elio, Pucci, Enrico Bertolino e Andrea Pisani) invitano a donare per il sostentamento di due mense per gli sfollati gestite dai volontari di Progetto Arca, attive rispettivamente ai confini dell’Ucraina con Polonia e Romania. Fondazione Fiera Milano, insieme al Gruppo Fiera Milano, ha messo a disposizione di questo appello risorse, relazioni e capacità logistica, in linea con la propria missione che include il sostegno ai territori e alle comunità.

«I vincitori di questa competizione raccontano le storie dell'umanità e portano fino a noi frammenti di terre vicine e lontane, riassegnando alla fotografia il suo ruolo nodale, quello che da sempre mi incanta: la sua capacità di testimoniare gli avvenimenti contemporanei e consegnarli alla futura memoria collettiva. Le vicende che emergono dagli sguardi originali dei tanti fotografi premiati, riguardano segnatamente la natura, le migrazioni, la crisi climatica, l'inclusività, le fonti energetiche, la bellezza, i giovani, la scienza... Riguardano noi, i cambiamenti che abbiamo attraversato e che ci attendono», commenta Barbara Silbe, giornalista, co-fondatrice e direttore responsabile di EyesOpen! Magazine e curatrice della mostra.

Enrico Pazzali, presidente Fondazione Fiera Milano commenta: «Questa prestigiosa iniziativa ci permette ancora una volta di sostenere Arca Onlus al fianco di quanti sono stati obbligati ad abbandonare tutto ciò che avevano a causa dello scoppio della guerra in Ucraina. Con il nostro impegno in questa causa, vogliamo ricordare quanto sta accadendo a poche migliaia di chilometri da casa nostra. Perché, passata l’emozione dell’immediata emergenza, il pericolo maggiore è che questa tragedia possa in parte cadere nell’oblio, “abituandoci” alla quotidiana sofferenza di milioni di persone, soprattutto anziani, donne e bambini. L’emergenza umana continua e anzi si fa ogni giorno più pressante. Dobbiamo essere consci di ciò, e impegnarci ogni giorno di più affinchè le sofferenze del popolo ucraino possano essere in qualche modo alleviate. Per questo voglio ringraziare in particolare Arca Onlus, indispensabile compagno di viaggio in questa missione che provvede a tramutare in realtà sul campo quanto raccolto grazie alle iniziative che da fine marzo ci vedono quotidianamente impegnati».
Per Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca è un «onore essere partner in questo importante progetto artistico che vede la sua manifestazione finale a Milano, la città in cui Progetto Arca è nata e da cui siamo partiti per ogni missione umanitaria che abbiamo affrontato in questi anni di aiuto ai più fragili. Come quella in Ucraina, iniziata il giorno dopo l’inizio della guerra. Oggi siamo ancora lì: abbiamo dispensato aiuti, alimenti e conforto alle tante famiglie che abbiamo accolto, e abbiamo costruito in tempo record mense da migliaia di pasti al giorno per gli sfollati. Questo è stato possibile in particolare grazie al sodalizio con Fondazione Fiera Milano e oggi proseguiamo accompagnati da altri sostegni concreti come questo con Sony World Photography Awards. Grazie di cuore da parte mia e di tutti gli operatori e volontari che ogni giorno sono in prima linea con il loro tempo, le loro competenze e la loro energia».

PierCarla Delpiano, presidente Fondazione Stelline: «Siamo molto orgogliosi di contribuire all‘edizione italiana della mostra dei Sony World Photography Awards, appuntamento di respiro internazionale che rientra perfettamente nella tradizione della grande fotografia di Fondazione Stelline. Questa iniziativa, inoltre, consolida ulteriormente la virtuosa collaborazione in chiave charity con Fondazione Fiera Milano e Fondazione Progetto Arca a favore dell’Ucraina, che abbiamo iniziato quest’anno e che siamo felici di continuare a portare avanti».

Domenica 9 ottobre alle ore 16, in occasione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, è prevista un’attività Family Friendly che coniuga il tema proposto da F@MU 2022, “Diversi ma uguali”, con i soggetti affrontati dalla mostra Sony World Photography Awards 2022. L’iniziativa, gratuita e rivolta a bambini e ragazzi dai 6 agli 14 anni, è organizzata da PlayArt, sezione didattica della Fondazione Stelline. È necessaria la prenotazione scrivendo a: playart@stelline.it

L'esposizione è aperta al Palazzo delle Stelline dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 20. Ingresso 12 euro

In apertura © Milan Radisics, Hungary, Winner, Professional competition, Wildlife & Nature, Sony World Photography Awards 2022

Contenuti correlati