ORIZZ Buffa Isabella LFO IMG 20220617 WA0014
Disabilità

Il biglietto vincente della Lotteria Italia? È quello di Isa

30 Settembre Set 2022 1837 30 settembre 2022
  • ...

Isabella è ospite del Centro di Lesmo della Lega del Filo d'Oro. Ha realizzato una delle 12 opere selezionate per illustrare i biglietti della Lotteria Italia 2022, dedicati a "sport e disabilità". Ha scelto di raffigurare le emozioni che prova quando fa immersioni subacquee

Isa per un anno ha fatto attività subacquea e anche se ora fa atletica, quello sport e le sensazioni che le ha fatto vivere le sono rimaste nel cuore. Isa così non ha avuto dubbi: quando la Lega del Filo d’Oro le ha proposto di partecipare al concorso per disegnare i biglietti della Lotteria Italia 2022, tema “Disabilità e sport”, non ha avuto dubbi su cosa rappresentare.

L’opera di Isabella Buffa, realizzata con l'accompagnamento dell'operatrice Barbara Beretta, è stata selezionata tra i 12 vincitori e compare quindi sui tagliandi della lotteria più celebre d’Italia. Barbara ha anche permesso la realizzazione di questa intervista.

È il secondo anno che l'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli indice il concorso “Disegniamo la Fortuna con ADM”, per individuare tra gli utenti di Enti del Terzo Settore che promuovono l’inclusione di persone con disabilità, gli artisti che firmino la grafica dei biglietti della Lotteria Italia. Il tema di proposto era “Disabilità e Sport”, scelto perché «rappresenta un grande motore di interazione e inclusione sociale». Sono arrivate 50 opere, tramite 30 Enti di Terzo Settore.

La giuria - presieduta da Gianni Letta e composta da Milly Carlucci, Carlo Verdone, Vincenzo Salemme, Mogol, Pino Maddaloni, Marco Tardelli, Cristiana Collu, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Stefano Boeri - ha selezionato 12 opere, che sono diventate altrettanti biglietti della Lotteria Italia 2022. Gli Enti che hanno presentato i 12 disegni prescelti sono Aipd - Sezione Roma, Anffas per Loro, Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo di Eboli, Fondazione Trentina per l’Autismo, La Sonda su Marte, Lega del Filo d’Oro, Fondazione Sacra Famiglia, SO.SPE, Fondazione Sospiro, Special Olympics Italia, Associazione Ultrablù. Il campione del mondo Marco Tardelli, membro dell’Associazione Diplomatici, ha inoltre scelto l’opera dell’artista dell’Associazione Missione Autismo Asti per partecipare all’evento “Change the World” che si terrà presso la sede dell’Onu a New York. I biglietti della Lotteria Italia 2022, con i 12 disegni vincitori, sono già in vendita presso le rivendite autorizzate.

«Ciao, mi chiamo Isabella, sono nata in Puglia, in provincia di Bari, ma da quando avevo 4 anni e mezzo vivo al nord. Prima abitavo con i miei genitori, ma da quando ho 33 anni vivo alla Lega del Filo d’Oro, a Lesmo. Sono 18 anni che vivo qui»: così si presenta Isa, che ha 51 anni, è non vedente dalla nascita e ha una plurimonorazione psicosensoriale. «Sono una persona con molti interessi. Sono un “toro”, quindi sono una tipa tosta», aggiunge.

Le piace «l’arte, ma anche il sub, l’atletica e la tecnologia. Mi piace usare il cellulare, il pc e Alexa». Del concorso ha saputo tramite una sua educatrice: «Dovevo rappresentare uno sport è ho scelto il sub, che ho praticato e che amo molto. Ho preso due brevetti e ho fatto diverse immersioni in mare con un gruppo di persone vedenti. Con Barbara prima abbiamo ricordato le sensazione che provo nelle immersioni, poi abbiamo pensato a come realizzare quelle sensazioni, infine abbiamo scelto i materiali. L’opera poi l’abbiamo realizzata insieme, in un paio d’ore. Ho rappresentato il mare, l’acqua, il fondo del mare, le onde».

La notizia che la sua opera era stata selezionata tra le vincitrici del concorso ha naturalmente riempito Isa di gioia: «Ho provato tanta felicità, non ho mai vinto un concorso prima. I miei fratelli sono stati molto contenti. Non ho ancora in mano un biglietto con il mio disegno, ma voglio certamente acquistarne qualcuno da regalare ai miei familiari per Natale», dice. «Mi piace stare alla LEga del Filo d’Oro, anni fa ho scelto insieme ai miei genitori di venire in questo posto e sono contenta di questa scelta. Qui faccio attività che mi piacciono molto come la cucina, la falegnameria, la musicoterapia e la piscina. Mi piace stare con i volontari, fare cose insieme a loro e costruire un legame. Mi trovo bene con gli operatori e con i compagni».

La Lega del Filo d'Oro è nata nel 1964 dalla caparbia volontà e lungimiranza di una donna sordocieca, Sabina Santilli, con lo scopo di dare assistenza, educazione, riabilitazione alle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, valorizzando le loro potenzialità residue, ricercando la maggiore autonomia possibile, perseguendo l'inclusione nella società. Ha dieci sedi in Italia e nel 2021 ha garantito servizi a 895 persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e alle loro famiglie. La sordocecità è una disabilità specifica: in Italia si stima che siano circa 189mila le persone affette da problematiche sia di vista sia di udito. All'epoca di Sabina Santilli i sordociechi erano «i grandi sconosciusti»: oggi molte cose sono cambiate, la sordocecità è stata riconosciuta come disabilità specifica, ma c'è ancora tanta necessità di informare e sensibilizzare sulle condizioni di isolamento in cui rischia di vivere chi non vede e non sente, se non accompagnato e supportato da un "filo" che lo metta in comunicazione con il mondo. «Per questo oltre ad essere orgogliosi di Isa e del suo successo, siamo felici per l'opportunità di sensibilizzazione che i biglietti della Lotteria Italia rappresentano», conclude Luigina Carrella, il direttore educativo riabilitativo del Centro di Lesmo della Lega del Filo d'Oro.

Contenuti correlati