Guido Bosticco

Come parli?

Le parole sono potenti

24 Febbraio Feb 2016 1406 24 febbraio 2016
  • ...

Ci sono diversi motivi per cui facciamo quello che facciamo. Ci muovono i sentimenti, gli istinti o la ragione; per lo più queste tre forze insieme, miscelate in parti variegate.

La prevalenza di una o dell'altra forza costituisce il carattere di ciascuno di noi, l'insieme dei suoi valori, la sua capacità di reazione in un contesto specifico, la sua cultura, i suoi timori e così via. Noi siamo ciò che facciamo. O meglio: per gli altri siamo ciò che facciamo. Gli altri non hanno nessun elemento per conoscerci se non le nostre azioni, comprese le azioni verbali, cioè ciò che diciamo. Parole e gesti.

E attenzione, perché alcune parole poi rappresentano dei gesti (quasi tutti i verbi a dire il vero): mangiare, correre, scrivere.

Altre parole, mentre le pronunci, fai l'azione di cui esse parlano: promettere, giurare, sperare.

Altre ancora, infine, forse la maggior parte, inducono dei gesti, cioè portano gli altri ad agire in qualche modo, a comprare quello, a votare questo, a desiderare quest'altro, a pensare così, a credere cosà. Le parole muovono le cose e le persone, attraverso l'emotività o la razionalità.

In questo blog parleremo di parole, perché le parole sono potenti sempre. Stiamoci attenti.