Noria Nalli

Sclerotica

Incredibile la sclerosi parla. In "Io e lei" Fiamma Satta riporta le sue parole irridenti ed oltraggiose

23 Aprile Apr 2017 1644 23 aprile 2017
  • ...

È successo in modo inaspettato e repentino. Ho saputo dell'uscita del libro di Fiamma Satta, Io e lei - Confessioni della sclerosi multipla, edito da Mondadori, ho caricato la mia postpay, collegata al mio ebookreader e l'ho acquistato e scaricato sul mio lettore alla velocità della luce (insomma alla velocità di una luce sclerotica). Ho iniziato subito a leggerlo, quasi a cibarmene in modo vorace. Non so se capiti anche ai miei colleghi sclerotici. Leggere le storie vitali e combattive di chi vive i problemi della sclerosi è diventata un'abitudine ristoratrice, terapeutica direi. Fiamma poi, è uno dei nostri grandi riferimenti! Seguiamo il suo blog e tutti i numeri della sua rubrica sulla Gazzetta dello sport. Ancora più grande è il legame per le molte pesone che la seguivano alla radio con Fabio e Fiamma. Conosciamo tutto di lei, il suo umorismo, l"elegante sarcasmo anche autoironico ed il gergo da lei coniato per parlare di Sua molestia sclerosi multipla e degli ablioni o abilioti normodotati. Nel leggere il suo ultimo lavoro io mi sono sentita avvinta quasi soggiogata. Sapevo di leggere delle pagine che parlavano di me, della mia vita di noi tutti. Ora che ho finito posso dire che sia stata un'esperienza davvero potente e molto particolare. È sempre la solita Fiamma, ma facendo parlare la sclerosi, il suo linguaggio si trasforma, acquisendo toni quasi blasfemi ed iconoclasti. Trovo che il suo modo di raccontare sia una grande prova di letteratura. È spiazzante, vivace, originale e liberatorio. Leggere Io e lei ė sicuramente anche curativo e credo che sia un esperimento unico nel panorama della mediciina narrativa! Dai leggetelo e poi ditemi cosa ne pensate!

p.s. termino con un omaggio a Fiamma che, nel libro ricorda di essere nata nel 1958, lo stesso anno in cui uscí Nel blu dipinto di blu di Modugo. Blu come i suoi bellissimi occhi che potete ammirare nella foto, reperita sul suo profilo facebook.