Elisa Furnari

Siculamente

No al Bullismo, il video "siciliano" che racconta il futuro

7 Febbraio Feb 2017 0104 07 febbraio 2017
  • ...

Quando i grandi temi sono affidati ai bambini, quando sono le vittime reali o potenziali a dare l'allerta e a spiegarci cos'è il pericolo, tutto assume colori brillanti e i fenomeni che viaggiano sulla carta o nella rete li tocchi e li senti con un'intensità che non avresti immaginato e con la stessa chiarezza vedi il futuro.

Oggi è la prima giornata nazionale contro il bullismo a scuola (direi che ci voleva!) e un'equipe di cooperatori della Rete Sol.Co, che abitualmente opera in Sicilia nelle scuole e nei "luoghi educativi", ha scelto di dedicare alla lotta contro questo "mostro" un video/spot che raccontasse il bullismo con gli occhi dei bambini. L'idea, mi spiegano gli operatori, era indagare sulla percezione del fenomeno, dei "pericoli" che genera ma soprattutto sull'approccio, sulla denuncia e sull'accoglienza.

Dall'idea è nato un prodotto straordinario, 180 secondi in cui scompare il "mostro" e appare non solo una reale conoscenza del problema ma anche una rete piena di piccole e grandi soluzioni. "Chi è il bullo" è stato chiesto a bimbi che a volte vivono in frontiera, bimbi più piccoli, qualcuno più grande, ragazzi che hanno "una barriera" che li separa con il mondo e giovani che quel mondo lo vogliono conquistare.

Io guardando questo video ho capito un sacco di cose, in primo luogo che c'è consapevolezza del fenomeno e del pericolo, il Bullo lo si riconosce e lo si conosce fino in fondo (bravi educatori e famiglie!).

Che davanti all'atto di violenza c'è un'orgogliosa presa di coraggio che si trasforma in denuncia...e questo è il profilo più bello ed emozionante perchè in una terra che spesso professa l'omertà mi sembra di vedere nelle nuove generazioni la voglia di non praticarla anzi di sconfessarla.

Infine che i bambini sono capaci - sempre - di un amore e di un perdono incondizionato che forse noi adulti con il passare del tempo perdiamo. Il bullo va aiutato...va spiegato l'errore...e va accolto.

Bello il lavoro degli amici della Rete Sol.Co, bravi gli operatori che nella scuola e nel dialogo a tu per tu con le nuove generazioni stanno costruendo il nostro domani.....straordinari i bambini, capaci di coraggio...ma con semplicità, leali anche nei confronti dei più deboli .

Rendiamo merito a queste straordinarie voci, condividiamole,...significa investire in un pezzetto di futuro..perchè diciamocelo pure...questi bimbi sono semi buoni per la nostra Terra e la loro strada sembra proprio quella giusta.

Condividiamo il loro "No al Bullismo"!