7 Maggio Mag 2016 0900 3 years ago 7 Maggio Mag 2016 1300 3 years ago Milano

Le unioni miste nell'Italia di oggi

Italia Milano - piazza della Scala, 2
www.aifcom.org

Evento di presentazione della neonata Associazione Italiana Famiglie e Coppie Miste (Aifcom)

Negli ultimi dieci anni il fenomeno migratorio si è imposto come una questione cruciale per l’Europa intera, e per l’Italia ha rappresentato un’occasione per sperimentarsi come terra di immigrazione e non solo come terra di emigrazione. Come spesso accade, alcune tematiche cruciali restano sullo sfondo, eclissate in favore di analisi macro (“l’invasione di massa”) e aspetti micro (“l’immigrato che ruba il posto di lavoro”) che non possono costituire una chiave interpretativa esaustiva.

Le unioni interculturali, più comunemente conosciute come coppie o famiglie “miste”, rappresentano in tal senso un tema di estremo interesse, tanto per le scienze umane quanto per l’opinione pubblica e per le istituzioni che si occupano dei processi di inclusione sociale tra migranti e italiani. Le unioni interculturali sono come un “prisma” poiché riflettono, a partire da un unico punto, diverse tematiche legate al razzismo, al pregiudizio, all’incontro tra sistemi culturali e confessioni religiose differenti (ma non per questo necessariamente “distanti”); sono una realtà che ci interroga, e al contempo ci suggerisce, come intendere e gestire le differenze.

Costruire un dialogo che coinvolga persone di differente origine (nazionale, culturale, religiosa, ecc) è oggi una priorità, e le unioni interculturali si presentano alla collettività come il barometro fondamentale con cui misurare il grado di inclusione sociale tra migranti e italiani.

Le differenze possono coesistere? È a partire da questa domanda che Aifcom - Associazione Italiana Famiglie e Coppie Miste promuove il suo primo evento, sabato 7 maggio, dalle ore 9 alla Sala Alessi di Palazzo Marino durante il quale saranno proposte alcune suggestioni, riflessioni e proposte operative. Vari gli argomenti che saranno affrontati: risorse e vincoli, sfide e opportunità, dati, nascita ed esigenze attuali di un fenomeno in costante evoluzione. Tra gli obiettivi vi è quello di coagulare le diverse realtà interculturali e inter-religiose al livello regionale e nazionale, unite dall’opportunità di interpretare le unioni interculturali come un laboratorio spontaneo in cui le differenze non si traducono necessariamente in distanze incolmabili, ma in ponti sospesi tra due “mondi” ugualmente validi, arricchenti, necessari.

Programma

Ore 09: Registrazione partecipanti
Ore 09:40: Filippo Barberis (consigliere, Comune di Milano) 

Ore 09:50: Introduzione di Alberto Mascena (presidente Aifcom) 

Ore 10: Esperienza di un’unione mista (a cura di Aifcom) 

Ore 10:10: Introduzione Tavole Rotonde di Mohamed Ba (attore, regista, mediatore interculturale) 

Ore 10:20: Tavola rotonda “Unioni miste e coesistenza delle differenze: quali opportunità?”
Moderatore: dott. Alberto Mascena (Presidente Aifcom)
Interventi: Maria Eugenia Cadeddu (Primo Ricercatore Iliesi CNR); Adriano Zamperini (Direttore CIRSIM – Centro di Ricerca per gli Studi Interculturali e delle Migrazioni, Università di Padova); Elisabetta Ruspini (Docente di Sociologia, Milano- Bicocca).
Ore 11:20: Break con video-esperienza coppia/famiglia mista
Ore 11:30 Tavola rotonda: “Unioni miste e dialogo interreligioso”
Moderatrice: Laura Silvia Battaglia (giornalista) Interventi: Ruggero Gabbai (rappresentante comunità ebraica); Benaissa Bounegab (rappresentante comunità musulmana, Presidente Casa della Cultura Musulmana); Don Gino Rigoldi (rappresentante comunità cristiana).
Ore 12:30: Pierfrancesco Majorino (Assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute, Comune di Milano).
Ore 12:40: Dibattito con i Partecipanti
Ore 13: Conclusioni Aifcom
Informazioni o per iscrizioni all’evento consultare il sito dell'associazione o scrivere a: info@aifcom.org
I partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione.