5 Luglio Lug 2016 1100 2 years ago 5 Luglio Lug 2016 1800 2 years ago Cooperazione e sviluppo

WeWorld presenta il report quadriennale

Italia Roma - Via dei Crociferi 44
www.weworld.it

Il Comitato scientifico dell'ong ha elaborato un documento che analizza in profondità le attività portate avanti per donne e bambini. Presentazione martedì 5 luglio a Roma

Martedì 5 luglio 2016 l'ong WeWorld presenta il proprio Report quadriennale, nella Sede della Filiale della Banca Popolare di Bergamo presso la Fontana di Trevi in via dei Crociferi 44 a ROMA.

Programma

Ore 10.00 – Accoglienza

Ore 10.30 - Saluti istituzionali:

MARCO CHIESARA - Presidente WeWorld e STEFANO LA MONTAGNA - Direttore UBI Banca Popolare di Bergamo sede di Roma 

Ore 11.00 – Presentazione Report DANIELE CHECCHI - Università di Milano - curatore

ORE 11.30 – Discussione del rapporto

CARLO BORGOMEO – Presidente  Fondazione CON IL SUD 

FERDINANDO GIGLIO Segretario Generale Fondazione Prosolidar

MILENA SANTERINI  – Parlamentare,  VII commissione cultura, scienza e Istruzione

GIAN PAOLO BARBETTA  – Direttore del CRC dell'Università Cattolica e Responsabile Unità Strategica per la Filantropia, Fondazione Cariplo

ROBERTA AGOSTINI  – Parlamentare, Vicepresidente I Commissione Affari Costituzionali

Modera FEDERICO MENTO  - Direttore Human Foundation

 

Dal 2012 WeWorld ha iniziato ad operare concretamente in Italia per garantire ai bambini e alla bambine l’accesso all’istruzione di qualità e la prevenzione dell’abbandono della scuola. Nell’ambito del Programma nazionale “Frequenza200” per l’educazione inclusiva di qualità per tutti, sono stati avviati numerosi progetti triennali e biennali finalizzati alla prevenzione e al contrasto della dispersione scolastica, che tuttora coinvolgono, con vari interventi per territorio, sette Regioni italiane o aree metropolitane: Milano, Napoli, Palermo (dal 2012), Torino, Roma, Provincia di Bari (2014), Cagliari e provincia (2015).

Per promuovere i diritti delle donne, le pari opportunità e proteggere i bambini sono state avviate azioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto della violenza sulle donne. Nel 2014 hanno preso il via due progetti triennali volti a far emergere situazioni di disagio sociale al fine di favorire il reinserimento e l’orientamento ai servizi di donne potenzialmente o effettivamente vittime di violenza (Programma “Spazi Donna” per l’empowerment di genere). In quattro quartieri di due città italiane – Scampia e San Lorenzo a Napoli; San Filippo Neri (Zen2) e Borgo Vecchio a Palermo. Un terzo intervento è stato avviato a fine 2015 a Roma (quartiere San Basilio). Inoltre sono stati avviati nel 2014-15 tre progetti biennali all’interno di altrettanti ospedali italiani (San Camillo Forlanini di Roma; Ospedale Galliera di Genova; Ospedali Riuniti di Trieste) con l’obiettivo di offrire un servizio all’interno del pronto soccorso alle donne vittime di violenza (Programma  SOStegno Donna”).