7 Settembre Set 2017 0930 one year ago 9 Settembre Set 2017 2359 one year ago Torino

Festival LiberAzioni

Italia Torino - piazza Montale 18/A
http://bit.ly/2wPtjyi

L'arte dei giovani dentro e fuori dal carcere - La premiazione del concorso di fotografia, cinema e racconto

Con l’inaugurazione del 7 settembre prende il via a Torino al Quartiere Vallette il primo festival LiberAzioni, l’arte dei giovani dentro e fuori dal carcere (qui la news). Alle ore 9,30 alla Casa circondariale Lorusso Cotugno si terrà l’inaugurazione e la presentazione del progetto agli stessi detenuti. Prevista la partecipazione della sindaca Chiara Appendino e una videolettera di Moni Ovadia al festival. In programma anche l’anteprima di film in concorso, presentazione delle foto in concorso e del video girato alle Vallette a seguito del laboratorio di Videocommunity, letture di racconti in concorso provenienti dagli istituti penitenziari d'Italia a cura di Stalker Teatro, prima presentazione in carcere del rapporto annuale di Antigone. Intervengono Valentina Noya, coordinatrice del progetto LiberAzioni e Associazione Museo Nazionale del Cinema, Domenico Minervini, Direttore della CC Lorusso Cutugno, Claudio Sarzotti, Presidente di Antigone Piemonte, modera Rosetta D'Ursi, Cooperativa Eta Beta e Letter@21.

Tutti gli eventi del Festival - che in serata (ore 20) prende il via alle Officine CAOS/Casa di quartiere Vallette in piazza Montale 18/A sono a ingresso libero e gratuito a eccezione di quelli che si svolgono alla casa circondariale che sono a numero chiuso.

Il programma alle Officine CAOS per giovedì 7 settembre, alle ore 20, prevede:
Videolettera di Moni Ovadia al Festival (10'). Concerti musicali gratuiti. Live performance di Zuli, Summa e Mandela, Trimani, Bravi Ragazzi.
A seguire proiezione del film Mery per sempre di Marco Risi (1989, 110') - A cura di Associazione Quinto Polo e Associazione Museo Nazionale del Cinema.

Venerdì 8 settembre

Il giorno successivo venerdì 8 settembre, alle ore 9 al Lorusso Cutugno è in programma  una proiezione per i detenuti del film Ninna Nanna Prigioniera di Rossella Schillaci (2016, 82'), interviene la regista, modera l'incontro Vittorio Sclaverani, presidente dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema insieme a Valentina Noya, coordinatrice del progetto LiberAzioni

A partire dalle ore 16 alle Officine CAOS è in programma un incontro performance e letture di Ascanio Celestini per una selezione di racconti scritti anche dai ragazzi degli istituti penali minorili d'Italia, partecipanti alla sezione di concorso di LiberAzioni. Videolettera di Moni Ovadia al Festival (10')

Alle ore 18 - Spes contra spem – Liberi dentro, di Ambrogio Crespi (2016, 70'), a seguire dibattito sul film intorno al tema dell'ergastolo. Intervengono Sergio Segio del Direttivo di Nessuno tocchi Caino, Sergio D'Elia, segretario di Nessuno Tocchi Caino, Elisabetta Zamparutti, membro italiano del Comitato per la prevenzione della tortura del Consiglio d’Europa, Giacinto Siciliano, direttore del carcere di Opera (MI). Modera Bruno Mellano, Garante dei detenuti della Regione Piemonte.

Alle ore 20,30 Aperitivo e inaugurazione mostre fotografiche. Saranno esposti una selezione dei migliori scatti partecipanti al Concorso fotografico LiberAzioni (Giovanni Antona, Roberta DiMattia, Anna Donatello, Martina Esposito, Francesca Fascione, Valerio Manghi, Salvatore Parisi, Beatrice Patti, Patrick Travaglini e Serena Vittorini), inoltre Sguardi Oltre Vallette di Barbara Marcalli e Cose Recluse di Daniele Robotti; farà da cornice audio alle tre mostre, l'installazione sonora di Silvia Muletti con le registrazioni eseguite presso la CC Lorusso Cutugno e arricchirà ulteriormente il contesto la graphic novel di Gabriele Bollassa ispirata a un'esperienza presso l'IPM Ferrante Aporti di Torino. Catering a cura di Liberamensa

Alle ore 21.30 Premiazione del concorso fotografico di LiberAzioni. A seguire proiezione del video promosso dal laboratorio curato da Videocommunity nell'ambito di LiberAzioni e girato alle Vallette (2017, 12') e di Torino Terrona di Giovanni Petitti (2006, 33'), documentario realizzato con la classe II D dell'I.C. Turoldo, dieci anni prima nello stesso quartiere

Sabato 9 settembre

Il programma di sabato 9 settembre tutto alle Officine CAOS prende il via alle ore 15 con le letture dei racconti finalisti per il concorso scrittura LiberAzioni a cura di Stalker Teatro. Videolettera di Moni Ovadia al Festival (10')

Dalle 16 alle 17,30 saranno proiettati i film in concorso  - presentazione a cura di Associazione Museo nazionale del Cinema
Primo Slot
Paganini non ripete di Giacomo Costa (2016, 14')
Moto di rivoluzione di Marco Marcigliano (2016, 7')
La carne dell'orso di Paolo Giacobbe e Andrea Porcu (2016, 17')
BurattUomia di Valeria Zecchinato (2015, 4')
Avanti tigrotti! di Giorgio Santise (2017, 10')
Blocco E, IV piano di Sergio Bertani (2016, 21')

Dalle ore 18 alle 19,30 è in programma la presentazione del Rapporto di Antigone, ospite Gustavo Zagrebelsky. Moderano Claudio Sarzotti di Antigone e Susanna Ronconi di SaperePlurale. Il Museo della memoria carceraria di Saluzzo: presentazione di storie audiovisive e biografie carcerarie.
Durante l'incontro sarà proiettato Giustizia: una dea bendata! di Andrea Papa (2017, 30'), un caso di malagiustizia che ha coinvolto Domenico Morrone

Ore 20 Aperitivo e incontro con gli autori dei concorsi cinematografico e scrittura di LiberAzioni

Alle ore 21 prende il via il secondo slot di proiezione dei film in concorso (secondo slot)
Displaced di Milad Tangshir (2016, 9')
Il gusto della libertà di Raffaele Palazzo (2017, 14')
A che punto è la notte – Le confessioni di tre giovani attori di Vincenzo Ardito (2017, 24')
Awake di Cesare Ambrogi (2016, 11')
Sorvegliare le ore di Gabriele Nugara (2017, 6')
La révolte du rêveur di Francesco della Noce (2015, 5')

A seguire Premiazione del concorso cinematografico e del concorso scrittura di LiberAzioni con lettura dei racconti vincitori

Contenuti correlati