12 Dicembre Dic 2017 1700 5 days ago Roma

Presentazione del libro “Cattivi maestri”

Italia Roma - via del Corso 267
http://www.conibambini.org/

Giacomo Panizza e Carlo Borgomeo parlano della sfida educativa alla pedagogia mafiosa

«Del Sud mi piace chi se ne sta a mani nude, disarmate, chi non si lascia tentare di opporsi ai violenti con i loro metodi mafiosi. A Sud mi piace chi fa il padrino senza fare il padrone, chi fa doni per amicizia e non per legarti al suo clan»: sono solo alcune delle parole contenute nel libro di Giacomo Panizza (EDB) che verrà presentato martedì 12 dicembre alle 17 a Roma presso la sede di Con i Bambini (via del Corso 267, 2° piano).

A parlarne con l’autore ci saranno Goffredo Fofi che ha curato la prefazione, Carlo Borgomeo Presidente dell’impresa sociale Con i Bambini e Giovanni Tizian giornalista del settimanale L’Espresso. Panizza, prete bresciano che vive in Calabria da oltre trent’anni, ha fondato nel 1976 a Lamezia Terme la comunità “Progetto Sud”. È nel mirino delle cosche dal 2002 per essere stato testimone di giustizia contro un clan mafioso e per aver preso in gestione un edificio confiscato. Da allora vive sotto protezione.

«In molti luoghi del nostro Paese - scrive l’autore - la mentalità mafiosa si insinua nel modo di pensare comune. È la mentalità dei boss, delle donne di mafia e dei giovani arruolati dalle cosche, ma anche quella che si respira nelle relazioni, nelle parole e nei silenzi. Piegate al raggiungimento degli scopi dei clan, le regole educative criminali si impongono nelle comunità locali, insegnano la prepotenza, riproducono modalità rigide e ripetitive di comportamenti sociali come la riscossione del pizzo e mostrano che chi apprende, dopo essere stato messo alla prova, viene sottomesso da chi preclude un futuro diverso. Eppure, questa (mala) educazione si può sfidare e capovolgere».