24 Maggio Mag 2018 1930 5 months ago Firenze

Il Medio Oriente tra guerra, crisi umanitarie e rischio radicalizzazione

Italia Firenze - viale don Minzoni, 25
www.oxfamitalia.org

Il conflitto e l'intervento di Oxfam in Siria

Una serata per riflettere sulle crisi nel contesto medio-orientale, martoriato da atroci conflitti, l’esodo di milioni di profughi e il rischio di radicalizzazione nei diversi paesi. L’appuntamento ad ingresso libero è per giovedì 24 maggio alla Fondazione Stensen (in viale don Minzoni 25) a Firenze. A partire dalle 19,30 è possibile partecipare a un aperitivo a cura dei volontari dell’organizzazione che ha l'obiettivo di sostenere l'intervento dell'organizzazione nella crisi siriana.
L’incontro - moderato dall’inviata della Stampa, e curatrice del blog Oridente, Francesca Paci - si aprirà alle 20.30, assieme al policy advisor per le emergenze umanitarie di Oxfam Italia Paolo Pezzati, con uno sguardo sulla crisi siriana. Una delle più gravi emergenze umanitarie a cui il modo stia assistendo che, solo dall’inizio dell’anno con l’intensificarsi del conflitto, ha prodotto oltre 700 mila sfollati all’interno del paese e su cui Oxfam è al lavoro dal 2011 per portare soccorso alla popolazione.

A seguire il dibattito continuerà con il confronto tra Olivier Roy, politologo, professore all'Istituto Universitario Europeo, autore del libro “Generazione ISIS” e Gabriele Del Grande, blogger, scrittore e filmaker, autore di “Dawla. La storia dello Stato islamico raccontata dai suoi disertori”, che sarà presentato in anteprima al pubblico fiorentino.

Al centro l’analisi sul rischio di radicalizzazione e fondamentalismo al di là di stereotipi e luoghi comuni, per andare oltre l’attualità e cercare di capire le radici profonde di questo fenomeno. A confronto due esperienze e approcci diversi su un fenomeno che non è solo politico, ma anche sociale e storico, e che coinvolge soprattutto i più giovani, generazioni che comunicano tra loro oltre i confini nazionali, alla ricerca di una realizzazione e di un futuro che non sanno identificare. Un modo per riflettere, anche sulle criticità dei modelli d’integrazione dei vari Paesi europei. Entrambi i libri dei due scrittori saranno in vendita presso la Fondazione Stensen.

In apertura foto di Dania Kareh di Oxfam. Campo profughi di Herjalleh a sud di Damasco che osptia 14mila sfollati del Ghouta orientale