Testimonianze di rifugiati e richiedenti asilo con musica dal vivo in diretta nella sede romana della radio e in streaming

Il 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. Rai Radio3 quest’anno dedicherà una serata speciale con una diretta di musica e parole che arrivano da lontano: Togo, Mauritania, Kurdistan… Una serata dal nome “Musiche ospitali” in cui musicisti di tutto il mondo e rifugiati si alterneranno sul palco della sala A di via Asiago 10, il 20 giugno dalle ore 21. I rifugiati e le loro storie, le loro testimonianze, intessute dalla musica, saranno i protagonisti di questa diretta, per il pubblico dal vivo, per quello via radio o in streaming video. La serata è legata a un progetto musicale del Centro Astalli (Servizio dei gesuiti per i rifugiati) e sarà un incontro tra artisti di diverse provenienze e generi con i rifugiati, per dar vita a un viaggio musicale in cui i confini vengono superati dalla bellezza delle parole e delle note.

Ospiti e musicisti dialogheranno con Anna Maria Giordano e Valerio Corzani, passando attraverso suoni, letture di testimonianze e melodie, per non dimenticare mai che dietro ogni rifugiato c’è una storia che merita di essere ascoltata. Storie di sofferenze, di umiliazioni ma anche di chi è riuscito a ricostruire il proprio futuro, portando il proprio contributo alla società che lo ha accolto. Il termine a cui il progetto musicale si è ispirato è Yayla, che significa ‘transumanza’, per richiamare in noi il ricordo di quando migrare era un tempo del vivere, una stagione che tornava ogni anno, il respiro di intere comunità. Ora Yayla diviene un cammino musicale intrapreso da musicisti, attori, scrittori, operatori che lavorano nel sociale, e da chi non si accontenta di risolvere il fenomeno della migrazione costruendo barriere e muri.

Durante tutta la giornata del 20 giugno, inoltre, per la Giornata Mondiale del Rifugiato Rai Radio 3 aprirà tutto il palinsesto a inserti musicali a tema, e ogni trasmissione ospiterà una musica nata sotto il segno dell’accoglienza.