7 Settembre Set 2018 0000 2 months ago 9 Settembre Set 2018 0000 2 months ago Milazzo

Otto sport per tutti al Parolimparty

Lido Open Sea Milazzo - Contrada Sotto Castello, 104
www.parolimparty.it

Al Lido Open Sea AISM, persone con differenti disabilità e normodotati si cimenteranno insieme, posti alle stesse condizioni, in otto diverse discipline sportive

Otto discipline (nuoto in acque libere; beach bocce; sitting volley; tennis tavolo; calcio balilla; tiro con l’arco; basket 3vs3 in carrozzina; burraco), in cui persone con differenti disabilità e normodotati si cimenteranno insieme, posti alle stesse condizioni: è questo il “cuore” del programma del “Parolimparty”, abbattere le barriere tra sport e disabilità.

L’iniziativa, promossa da Mediterranea Eventi, Associazione Italiana Sclerosi Multipla e Associazione Bios, si terrà dal 7 al 9 settembre al lido “Open Sea AISM” di Milazzo: è diventata realtà grazie ai tanti cittadini che hanno contribuito attraverso una raccolta fondi e al supporto della Fondazione Vodafone attraverso il bando “OSO-Ogni Sport Oltre”. “Testimonial” saranno Nadia Bala, già atleta della nazionale italiana di Sitting Volley e Francesco Bonanno, presidente della Federazione Paralimpica Italiana di Calcio Balilla, nove volte campione del mondo.

Alla manifestazione faranno da cornice momenti dedicati ad attività di diving, flyboard e fitness, ma anche cinema, musica e comicità con la proiezione del film “Tiro libero”, uno spettacolo del duo comico “I Soldi Spicci” e un concerto del gruppo rock “Finley”.

«AISM è presente quando si parla di inclusione sociale ed integrazione: saremo al lido Open Sea, l’unico in Sicilia che permette la balneazione assistita», ha detto il presidente regionale di AISM, Angelo La Via. «Crediamo che dare la possibilità a tutti di praticare sport sia un’opportunità di piena inclusione perché le persone con disabilità devono avere il diritto di fare tutto, anche praticare sport. Vogliamo che le persone normodotate si mettano in gioco e capiscano come una persona con disabilità affronta la propria quotidianità».