Occasione per ballare insieme e dire no a tutti i muri. Presentazione dei progetti dell'associazione

Venerdì 7 settembre NoWalls – associazione non profit nata a Milano nel 2015, la cui mission è affiancare i richiedenti asilo nel loro percorso d’integrazione – organizza un concerto di musica klezmer per chiamare a raccolta chi ne condivide gli ideali e chi l’ha aiutata ad abbattere muri e a creare una rete di solidarietà in dialogo con le istituzioni cittadine. Un’occasione di festa e condivisione per presentare alla città le attività 2018/19 dell’associazione e allargare le fila dei suoi volontari.

Il concerto di musica klezmer vedrà gli artisti del Boz Trio salire sul palco della Locanda Alla Mano, in piazza del Cannone, nel cuore del Parco Sempione. Sarà una serata all’insegna dalla musica e della condivisione per raccontare il percorso che NoWalls ha fatto in questi tre anni grazie soprattutto all’opera dei maestri volontari impegnati nell’insegnamento della lingua italiana ai richiedenti asilo. Non solo: l’associazione si presenterà attraverso un cortometraggio i cui protagonisti sono gli studenti e gli insegnanti di NoWalls.

Chi vorrà, per sostenerne le attività, potrà scegliere alla Locanda alla Mano il Cocktail NoWalls, una deliziosa sangria a base di succo di Baobab, l’albero della vita africano.

Nell’occasione NoWalls annuncerà sia i nuovi corsi d’italiano, che partiranno da ottobre nelle diverse sedi di ScuolaAperta - questo il nome delle scuole avviate in centri di accoglienza e in altre realtà cittadine nei tre anni di vita di NoWalls (10 scuole d’italiano e 650 studenti provenienti da diversi centri d’accoglienza) - sia le nuove iniziative a sostegno della formazione professionale dei migranti: scuola muraria, di cucina per chef e camerieri, sartoria, giardinaggio, corsi per colf, badanti e parrucchiere.

Momento clou della serata sarà la presentazione del progetto Benvenuta Naima, nato da un lavoro di ricerca fatto da NoWalls che ha coinvolto come referente scientifico l’antropologa Barbara Pinelli, docente di Antropologia dei processi migratori presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Il progetto – per cui NoWalls lancerà una campagna di crowdfunding proprio il 7 settembre – è declinato tutto al femminile e rivolto alle richiedenti asilo e alle rifugiate che hanno subito violenza e necessitano di sostegno per l’elaborazione del loro trauma.

In caso di pioggia il concerto sarà annullato