15 Settembre Set 2018 1100 4 days ago 15 Settembre Set 2018 2200 4 days ago Milano

Risotto al Castello

Italia Milano - Piazza del Cannone
www.risottoalcastello.it

Giornata di degustazione, musica e spettacolo per festeggiare i 50 anni di UILDM Milano e 10 anni del Centro Clinico NeMO

Cinquant’anni di UILDM Milano e 10 anni di Centro Clinico NeMO: sarà una doppia festa quella di sabato 15 settembre. Dalle ore 11 alle ore 22, in piazza del Cannone a Milano, si svolgerà l’iniziativa “Risotto al Castello”, una giornata di sensibilizzazione e raccolta fondi per l’assistenza e cura delle persone con malattie neuromuscolari come le distrofie muscolari, la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e l’Atrofia Muscolare Spinale (SMA) che in Italia interessano oggi 40.000 persone.

Animazione, degustazione di risotti, spettacoli di magia, giochi, musica e divertimento si alterneranno durante l’intera giornata nella splendida cornice del Parco Sempione e del Castello Sforzesco. 
Alberto Fontana, presidente del Centro Clinico NeMO, ricorda come dieci anni fa, il 28 gennaio 2008, il Centro Clinico NeMO accoglieva il suo primo paziente «rendendo concreto il sogno di un luogo di cura specifico per chi è affetto da una patologia neuromuscolare. Da allora, ogni giorno lavoriamo per garantire a ciascun paziente una presa in carico globale, coinvolgendo il suo contesto familiare, sociale e ambientale. NeMO nasce dalle associazioni dei pazienti e dalla lungimiranza delle istituzioni lombarde, in un’alleanza virtuosa tra pubblico e privato. Negli anni questo modello è stato replicato a Roma, Messina e Arenzano ed è in continuo sviluppo. Festeggiare dunque insieme nel cuore della città è per noi il modo di ringraziare chi crede nel nostro progetto e contribuisce a darne continuità». Il Centro Clinico NeMO oggi conta 260 professionisti, di cui 100 solo a Milano e le quattro sedi del Centro oggi contano 68 posti letto di degenza ordinaria, 8 in day hospital, 23 specialità cliniche presenti. Dal 2008 il Centro ha seguito circa 10mila pazienti.

I risultati raggiunti in questi anni dal Centro Clinico NeMO e dalla UILDM Milano possono essere raccontati anche attraverso la storia delle persone che vivono queste due realtà: ad esempio Stefania Pedroni, psicologa modenese, affetta da distrofia muscolare, in cura al NeMO dal 2008, che oggi è vicepresidente nazionale di UILDM e membro dell’équipe psicologica del Centro Clinico; Greta, 13enne di Lodi, affetta da atrofia muscolare spinale, in cura al NeMO da quando aveva solo tre anni; Christian Lunetta, neurologo esperto di SLA, che ha scelto di dedicarsi alla cura di questa malattia fin da quando era studente di medicina e, da giovane medico, ha condiviso dall’apertura del NeMO il desiderio di costruire un progetto fatto su misura per le esigenze cliniche dei pazienti con patologia neuromuscolare; l’operatrice socio sanitaria Diana Hington che con il suo sorriso è al fianco dei pazienti di NeMO da dieci anni e Pietro Perego l’infermiere che dieci anni fa era in servizio nella prima notte di guardia del NeMO e ancora oggi si prende cura dei pazienti del Centro Clinico.

UILDM, insieme ad altre associazioni di pazienti con malattia neuromuscolare (AISLA-Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, Fondazione Telethon e Associazione Famiglie SMA), è tra i soci fondatori del Centro Clinico NeMO. Riccardo Rutigliano, presidente della sezione milanese di UILDM - Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, sottolinea il legame con la città: «Nella storia, il Castello ha sempre rappresentato un simbolo di sicurezza, con mura forti e spazi di accoglienza per potervi vivere, ecco perché è il luogo ideale per noi di UILDM Milano per festeggiare i nostri 50 anni. Anni nei quali l’associazione è stata ed è un luogo sicuro e di sostegno per le persone affette da distrofia muscolare e per le loro famiglie ma anche spazio aperto all’accoglienza e a nuove esperienze di inclusione sociale. Una giornata nel cuore di Milano per ringraziare la città tutta, che è stata capace di essere interlocutore attivo su temi importanti come le barriere architettoniche e la vita indipendente».

L'evento

Dalle ore 11 in piazza del Cannone a Milano verranno distribuiti piatti di riso biologico della Lomellina, offerto dalle aziende agricole del comune di Mezzana Rabattone e cucinato con maestria dai cuochi della Pattuglia Colico dell’Agesci, dell’Associazione Ti Do Una Mano Onlus e da numerosi volontari. Tre i risotti proposti: alla monzese, al mirtillo e il risotto vegano al limone e rosmarino che, in omaggio alla XI Giornata Nazionale sulla SLA, sarà accompagnato da un assaggio di alcune delle tipologie più pregiate della Barbera D’Asti docg che hanno ottenuto una valutazione superiore agli 85/100. Per un piatto di risotto e un bicchiere di vino o una bottiglietta d’acqua è previsto un contributo solidale di 5 euro. L’evento è aperto a tutti senza prenotazione. Con un contributo minimo di 10 euro per una bottiglia della prestigiosa Barbera, sarà inoltre possibile sostenere di AISLA onlus (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica).

La giornata sarà animata da spettacoli di Street Magic a cura dell’Associazione I.B.M. Ring 223 Milano, dalle performances acrobatiche della Scuola Circo FLIC di Torino. E poi ancora giocoleria e laboratori per i più piccoli, musica live e dj set con ospiti d’eccezione a sorpresa.
Alle ore 17 una grande torta di compleanno e il lancio di palloncini celebreranno gli anniversari del Centro Clinico NeMO e di UILDM.

Per informazioni su orari e programma dell’evento: www.risottoalcastello.it; info@risottoalcastello.it 

Allegati