20 Ottobre Ott 2018 1900 one month ago Milano

Emozioni romantiche

Italia Milano - via Lessona, 70
www.xmito.it

A CasArché il patrimonio poetico ed emotivo del Romanticismo musicale con un concertodi musica da camera per violino e pianoforte

L’Associazione per MITO Onlus prosegue nella programmazione musicale autunnale portando la poesia e gli “affetti” che fluiscono rigogliosi nel repertorio musicale romantico a CasArché, la comunità d’accoglienza di Quarto Oggiaro che grazie all’iniziativa di Padre Giuseppe Bettoni e la dedizione di un nutrito gruppo di sostenitori permette a 10 nuclei mamma-bambino di ritrovare una serenità perduta, oltre che di reinserirsi attivamente nella società. Sul palco i violinisti Christian Joseph Saccon, solista di grande pregio, docente al Conservatorio di Torino e la giovane Alessia Cargnino saranno accompagnati al pianoforte da Nicolò De Maria.

L’appuntamento conferma la vocazione di carattere sociale, dell’associazione per MITO Onlus che, non solo, si prodiga per sostenere l’omonimo Festival musicale internazionale delle città di Milano e Torino presieduto da Anna Gastel, ma si adopera per portare il messaggio universale della musica laddove ce n’è più bisogno, con un occhio di riguardo alle realtà sociali più decentrate e meno servite e una particolare attenzione al mondo dell’infanzia.

Il programma prende le mosse da Méditation, l’andante religioso in re maggiore, posto ad intermezzo di Thais di Jules Massenet, per proseguire con la Sonata in sol maggiore op. 78 n. 1 di Johannes Brahms, in cui l’uso di temi di chiara derivazione liederistica - il Regenlied, in particolare, la “canzone della pioggia” che riecheggia lungo i tre movimenti dell’opera - conferisce al lavoro quel carattere “affettuoso”, chiave del successo della raccolta. Seguono alcune incursioni nel repertorio russo, boemo e scandinavo partendo dal primo, con Vocalisedi Rachmaninov, le cui numerose, così “cantabili” versioni strumentali derivano da un’originale effettivamente concepito per la voce umana. I Quattro pezzi romantici per violino e pianoforte Op. 75 di Dvořák mettono di nuovo al centro l’immediatezza e il brio del repertorio tradizionale, popolare boemo, mentre la trascrizione per violino e pianoforte delNotturno Op. 53 n. 1, intitolato a “Pan e Eco” di Jan Sibelius,  è pervasa da ritmi di danza. Si conclude con un brano di raro ascolto per due violini e pianoforte, da Cinque pezzi per due violini e pianoforte, di Shostakovich.

PROGRAMMA

J. Massanet (Saint-Etienne, 1842 – Parigi, 1912)
Meditation da “Thais”

J. Brahms (Amburgo, 1833 – Vienna, 1897)
Sonata per pianoforte e violino in Sol maggiore Op. 78 n. 1

S. Rachmaninov (Semenovo, 1873, Beverly Hills, 1943)
Vocalise Op. 34 n. 14

A. Dvořák (Nelahozeves, 1841 – Praga, 1904)
Quattro pezzi romantici per violino e pianoforte Op. 75

J. Sibelius (Hameenlinna, 1865 – Jarvenpaa, 1957)
Notturno Op. 53 n. 1

D. Shostakovich (San Pietroburgo, 1906 – Mosca, 1975)
da Cinque pezzi per due violini e pianoforte, “Preludio”

Concerto a ingresso gratuito, prenotazione necessaria con Eventbrite