20 Novembre Nov 2018 0930 10 months ago Milano

Noi domani: le sfide della longevità

Italia MIlano - via Ponzio, 34/5
www.insiemesalute.org

Gli italiani vivono più a lungo ma spesso “invecchiano male” e la qualità della vita in età avanzata risulta peggiore rispetto agli altri cittadini europei. Se la speranza di vita residua a 65 anni in Italia è più elevata di un anno per entrambi i generi rispetto alla media UE, la speranza di invecchiare in buona salute è più bassa. A 65 anni la speranza di vita senza limitazioni funzionali è pari a 7,8 anni per gli uomini e 7,5 per le donne, a fronte di una media europea di 9,4 anni per entrambi i sessi.
Un divario che, senza appropriati interventi, potrebbe aumentare. Secondo recenti stime Istat, infatti, nei prossimi 20 anni la quota di persone over 65 sul totale della popolazione italiana supererà il 29% e quella degli over 85 sarà di oltre il 5%.
Inoltre, l’Istituto di studi e ricerca Carlo Cattaneo ha recentemente calcolato che il numero degli ultra sessantenni in Italia ha superato quello degli under trenta. Giovani che, in questa particolare fase storica, si trovano a fronteggiare il futuro dei propri anziani con una minor capacità di spesa rispetto ai decenni passati e con sempre maggiori difficoltà date anche da nuclei familiari sempre più piccoli e territorialmente divisi.

Riflessioni, numeri e dati che verranno affrontati nel corso del convegno “Noi Domani: le sfide della longevità”, promosso da Insieme Salute, mutua sanitaria integrativa senza scopo di lucro, con la collaborazione del Politecnico di Milano - Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (DEIB), del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali e patrocinato dal Comune di Milano martedì 20 novembre alle ore 9,30 al Politecnico di Milano, in via Ponzio 34/5 (Edificio 20 – Sala Emilio Gatti).

Un momento di incontro tra esperti di welfare, Terzo settore, sanità, economia e previdenza, per cercare di fornire risposte concrete, suggerimenti e proposte da presentare agli amministratori pubblici e privati e ai professionisti del settore.

Accrediti e programma completo della giornata alla pagina dedicata di Insieme Salute