28 Gennaio Gen 2019 2100 8 months ago 3 Febbraio Feb 2019 1600 8 months ago Milano

Ebraismo fra terra e cielo. I Giorni dell'Albero #4

Italia MIlano - piazza Greco
www.perilrefettorio.it

Sei appuntamenti con incontri, concerti, spettacoli, cene ed esperienze per conoscere e condividere un ebraismo antico e allo stesso tempo moderno. Quarta edizione

Torna per il quarto anno consecutivo, da lunedì 28 gennaio a domenica 3 febbraio, il consolidato appuntamento invernale con la cultura ebraica promosso e ospitato dall’Associazione per il Refettorio Ambrosiano onlus con il patrocinio di Unedi (Ufficio Nazionale per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della Conferenza episcopale italiana) e la Comunità Ebraica di Milano. La rassegna nasce da un’idea di don Giuliano Savina, presidente dell’Associazione per il Refettorio Ambrosiano e direttore di Unedi, e prende spunto dalla festività ebraica Tu BiShvat, chiamata anche Capodanno degli alberi.

Anche per l’edizione 2019 la direzione artistica della manifestazione è affidata a Miriam Camerini, attrice, studiosa di ebraismo nonché direttrice artistica di Benhashmashot|Tra i due soli, Teatro ebraico a Milano.
«Nelle origini ebraiche del cristianesimoafferma don Giuliano Savina vi sono le fondamenta per una corretta interpretazione dei testi sacri e lì ritroviamo anche le condizioni per vivere la fede cristiana nel modo migliore perché permettono una corretta conoscenza delle proprie radici. Abbiamo voluto che il Refettorio Ambrosiano ospitasse eventi interreligiosi come questo per dare la possibilità a chiunque di raccogliere conoscenze e percorsi per una vita buona”.

Il tema della quarta edizione sarà l’equilibrio fra antico e moderno. Questa suggestione sarà sviluppata sin dalla serata inaugurale, lunedì 28 gennaio, alle ore 21, con una conferenza dal titolo “Il significato dei precetti religiosi oggi” che avrò come ospiti Rav Roberto Della Rocca, direttore dell’Area Formazione e Cultura dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane e don Giovanni Savina.
Il Festival proseguirà mercoledì 30 gennaio, alle ore 21 con Sveta Kunidsh e Patrick Farrel, duo di musicisti di fama internazionale, rispettivamente voce e fisarmonica che proporranno delle interessanti rivisitazioni contemporanee e originali della musica yiddish.
Giovedì 31 gennaio, alle ore 21, si passerà dal contemporaneo alla tradizione. Mendy Cahan, attore, cantante, insegnante e fondatore di Yung Yiddish, centro culturale e teatro di rinnovazione culturale yiddish presso la stazione degli autobus di Tel Aviv, in Israele, accompagnato dal pianista David Serebryanik, proporrà un concerto di musica yiddish tradizionale.
Venerdì 1 febbraio, alle ore 21, sarà la volta de “Lo Shabbat di tutti”, la cena del sabato ebraico condotta da Miriam Camerini, con l’accompagnamento musicale di Bruna Di Virgilio al violoncello e di Rouben Vitali al clarinetto, fisarmonica e voce.
La serata di sabato 2 febbraio, ore 21, giorno inedito per la rassegna, sarà dedicata al rapporto fra equilibrio interiore ed esteriore, meditazione zen e chassidismo (mistica ebraica). A condurre l’incontro saranno Giulia Schiavone, Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione "Riccardo Massa" dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, Andrea Loreni, formatore e funambolo torinese e Mendy Cahan.
Domenica 3 febbraio, alle ore 16, ci sarà l’incontro conclusivo: come già avvenuto nelle precedenti edizioni, il Refettorio si trasformerà in un Bet-Midrash o casa di studio tradizionale ebraica, in cui genitori e figli siederanno insieme attorno a quattro tavoli per ascoltare e studiare con altrettanti insegnanti esperienze e proposte diverse. Ogni 30 minuti suonerà il gong e bisognerà cambiare tavolo, maestro e argomento. Un vero e proprio speed date dello studio per famiglie.

La partecipazione è a ingresso libero fino a esaurimento posti, ad eccezione dell’evento di venerdì 1 febbraio per il quale è necessaria l’iscrizione entro le ore 12 del giorno 30 gennaio per poter preparare nel migliore dei modi la cena.
Per potersi iscrivere è necessario inviare una mail all’indirizzo iscrizioni@perilrefettorio.it o telefonare al numero 380 8922240 dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19