Ottava edizione della festa dei libri dal 13 al 17 novembre

Nasce all’insegna dell’inclusione l'ottava edizione di BookCity Milano (la grande festa partecipata dei libri, degli autori, dei lettori e dell'editoria), in programma quest'anno dal 13 al 17 novembre. A partire dall’evento inaugurale che si intitola Convivenze e prevede la consegna del Sigillo della città a Fernando Aramburu, il 13 novembre al Teatro Dal Verme, con il dialogo dell’autore spagnolo con Paolo Giordano, la lectio di Michela Marzano e la poesia di Simone Savogin.

Il concetto di inclusione ispira anche il focus centrale dell’edizione, Afriche, con un centinaio di incontri e con il Premio speciale Afriche che sarà conferito il 16 novembre a Chimamanda Ngozi Adichie: tra gli eventi del focus spicca il dialogo tra il Nobel Wole Soyinka e Marco Aime il 17 novembre, oltre alla presenza di ospiti come Djamila Amzan e Ali Bécheur.

Nella rassegna, organizzata dall’Associazione costituita da quattro Fondazioni (Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Feltrinelli, Fondazione Umberto ed Elisabetta Mauri e Fondazione Mondadori) saranno molti gli autori internazionali: tra i nomi, il Premio Nobel Svjatlana Aleksievic, Cees Nooteboom, André Aciman, Etgar Keret, e la prima tappa del Friendship Tour, con Lee Child, Ken Follett, Kate Mosse e Yoyo Moyes, che insieme parleranno di Brexit.

Previsti oltre 1.500 incontri con 3 mila ospiti e 350 sedi. Oltre che al Castello e in teatri, musei, librerie, biblioteche, sul tram (il numero 3) e nelle Fondazioni, la festa dedica anche quest'anno un ampio spazio ai temi sociali e prevede incontri anche anche in ospedali, carceri, sale condominiali, case di riposo e appartamenti: una festa che «abiterà tutta la città».

Contenuti correlati